Gonnostramatza _ Il blog de SuTramatzesu

 

Ci sono 338 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Qual’é la musica preferita dai tramatzesi?

 Rock
 Disco
 Metal
 Pop
 Rap
 House
 Classica
 Jazz
 Folk
 Altro

 

\\ Home Page : Storico : Istantanee_Tramatzesi (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di ilbottigliaro (del 08/02/2010 @ 09:25:24, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1091 volte)

istantanee

ISTANTANEE TRAMATZESI
Ladamini – Santuaì
OTTOBRE

Custu est unu mesi cun dus nomisi cuncunu ddu tzerriada Santuaì - Gavinu  o Santuaìngiu unu Santu Martirizzau in Sardegna e po' cussu venerau in d'ognia logu
attrusu ddu tzerrianta mes' e ladamini
poitta ca in gustu periudu
si pottada su ladammi da is muntroajus
a su sattu
a is primus de su mesi
in bidda c'esti ancora cuncunu chi deppidi
ancora binnennai
funti cussus chi pentzanta chi siada mellus
dopu santu Michebi.
Esti in gustu mesi chi incumentzada
a bessì su codroìu
seus in s'Attonju e is mattas
si incummentzanta a spollài
is follas a pagu a pagu 'nd'arruinti a terra
cumpridi mebapidongia e s'Aranada
su Landiri e su cachi
s'Obia e pronta da scudi
sa mattixedda de s'OiOi est tottu frorida
e su frummi est ancora siccàu
in gustu periudu su sattu est tottu ARAU
oi si faidi a trattori
ma unu tempus su massaiu aradori ddu fadiada
cun is bois
ci bessiada a s'orbescida cun su carru
su jù s'Arbada s'arau e su trigu cun sa faà
po prei
Est unu mesu ancora pagu fridu
proi pagu
e fai bella disi de SOBI
d'ognia tanti unu pogheddu de nebida.

Ottobre

Questo e' un mese con due nomi
qualcuno lo chiama SanGavino
il nome di un Santo martirizzato in sardegna
e per questo venerato in tanti Paesi
altri lo chiamano mese del letame
perche' in questo mese si porta il letame
nelle campagna per la concimazione

Ai primi del mese in paese
c'e' ancora qualcuno che deve vendemmiare
sono coloro che ritengono sia meglio
farlo dopo la festa di san Michele

E' in questo periodo che incominciano a spuntare i funghi
siamo in Autunno e le piante incominciano a spogliarsi
le foglie pian piano cadono a terra

Matura la melacotogna la melagrana le ghiande e il cachi
le olive sono pronte da raccogliere
la piantina del corbezzolo e' in fiore e il fiume e' ancora secco

In questo periodo i campi sono quasi tutti lavorati
oggi si fa' con i trattori
ma tanto tempo fa' il contadino lo faceva con i buoi
usciva la mattina presto all'alba
con il carro il giogo dei buoi il vomero e l'aratro
il grano e le fave per la semina.

E' un mese ancora abbastanza caldo
piove poco regalandoci belle giornate di sole
ogni tanto spunta un po' di nebbia.

Il Video (ilbottigliaro)

 
Di ilbottigliaro (del 11/01/2010 @ 16:44:25, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1198 volte)

ISTANTANEE TRAMATZESI _ SETTEMBRE - CABUDANNI

Molto tempo fa' l'anno iniziava da questo mese. Ormai la mietitura e' finita e il raccolto nei solai e percio' l'anno agricolo incominciava daccapo. Si rinnovavano i contratti con i servi-pastori e i Soci e dopo un breve periodo di riposo per tutti compresa la TERRA, si riprendeva il duro lavoro dei CAMPI. Era un mese nel quale si Festeggiava per il buon Raccolto e per ringraziare tramite i Santi il buon DIO per la Buona Annata passata e per un buon auspicio sulla prossima. Piu' il raccolto era BUONO e piu' grande doveva farsi la Festa. Ancora oggi Settembre e' un mese ricco di SAGRE, anche noi a Gonnostramatza abbiamo una Grande Festa, quella del nostro PATRONO SAN MICHELE ARCANGELO seguita da quella dedicata a SANTA TERESINA. Questo e' il mese nel quale arrivano a maturazione molti frutti, l'uva i fichi il ficodindia e tutti i SEMI di quei Fiori che ormai appassiscono. A settembre del 2009 e' arrivato a maturazione anche il Matrimonio di 2 Amici,maturano le Voci dei PICCOLI Cantanti e sempre in questo mese si rincomincia con la scuola. RI"CORRE" inoltre in quest'anno il 15° anniversario di attivita' della Soc. Sportiva di Atletica " RIU MANNU CORRE "

I Video (il Bottigliaro)

 
Di ilbottigliaro (del 13/12/2009 @ 10:58:04, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1045 volte)

agosto

AUSTU - AGOSTO

Terminata la raccolta dei cereali e in attesa della maturazione delle uve, anche per il contadino arriva il momento del riposo da tutte le fatiche dei mesi precedenti trascorsi nei campi. Le campagne del paese mostrano i foraggi lasciati sotto il sole cocente di queste calde giornate d'estate. Agosto e' anche il mese in cui solitamente gli Emigrati fanno ritorno al proprio paese, e come oramai da tradizione, si festeggia il rientro, anche se per pochi giorni, di tutti i " figli di Gonnostramatza".

Per l'occasione, ci si ritrova tutti assieme per Festeggiare prima in chiesa per la Santa Messa e poi in Piazza per " SU BALLU 'E CRESIA " seguito da un piccolo rinfresco.Quest'anno in particolare l'Amministrazione Comunale ha organizzato una giornata di Aggregazione Anziani ed Emigrati nella quale ci si è potuto incontrare, festeggiare e ballare tutti assieme grazie anche al fisarmonicista tramatzese emigrato da tempo e alla interessante commedia in Sardo curata dalla Compagnia Teatrale di Barumini.
Si e' inoltre pensato di far coincidere in questa occasione l'assegnazione della Cittadinanza Onoraria a Massimiliano Medda...

Che altro?? Bé.. non vi resta che vedere il video....

Il Video Istantanee di Agosto_Austu (ilbottigliaro)

 
Di ilbottigliaro (del 06/12/2009 @ 14:00:57, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1002 volte)

luglio

ISTANTANEE TRAMATZESIARJOBAS - LUGLIO Su Mes'e Argiolas

Dopo la lunga ed elaborata "semina" di ottobre e novembre arriva finalmente LUGLIO, il mese della mietitura . Il campo di grano è un manto uniforme, non c'è un papavero o un fiordaliso a rompere la tessitura delle spighe. Il cuore del contadino tramatzese è gonfio di gioia, ma un'ansia oscura mina la sua contentezza, scruta il cielo per paura di veder apparire minacciose nuvole, teme che il suo raccolto vada in malora a causa di un improvvisa grandinata estiva.

Le spighe sono oramai mature e dorate al punto giusto. Un vecchio metodo per controllare la maturazione consisteva nello schiacciare i semi con i denti, quando erano duri si poteva procedere al raccolto. Altri tempi quando questi lavori si svolgevano senza l'aiuto di macchinari. Alcune anziane di Gonnostramatza ci raccontano di quanto fosse faticosa e dura la mietitura, ma anche di quanto non se ne potesse fare a meno. Si iniziava a mietere verso i primi giorni di luglio e si terminava verso la fine del mese, a secondo della grandezza del terreno.

I mietitori erano infaticabili lavoratori, le donne che li seguivano non sempre riuscivano a competere specialmente quando il sole altissimo bruciava e il sudore grondava dalla fronte, bagnava le camicie e non c'era neppure il tempo per andare a bere. Quando le forze non erano ancora esaurite, qualcuno spensieratamente osava cantare per ingannare il tempo. A volte inventava le rime per le varie circostanze o richiamava i luoghi dove si trovavano.

Si mieteva faticosamente con la falce, poi si trasportava il tutto nelle aie dove si sminuzzava e pestava il raccolto con una grossa pietra trascinata dai buoi per poi raccogliere il tutto in un grande cumulo. Successivamente iniziava la spagliatura pentuai e ovviamente per questa fase si doveva aspettare il vento giusto. Il grano separato dalla paglia si trasportava a casa dove veniva ulteriormente ripulito da pietruzze e residui vari, "sa cerridura". Con l'arrivo a Gonnostramatza delle prime trebbie tutto ciò venne ben presto accantonato. I contadini continuarono a mietere con le falci, le donne continuarono a spigolare, ma il tutto veniva ormai dato in pasto alle macchine che restituivano il grano bello ripulito: dividendo quello già spagliato da una parte e la paglia triturata dall'altra.

Questo fino alla metà degli anni 70, perché proprio in quegli anni anche in paese incominciarono ad arrivare le prime mietitrebbie e da quel momento in poi le falci, le pale, i forconi e i rastrelli verranno appesi ai muri e diventeranno solo un ricordo di altri tempi, così come i poveri buoi verranno macellati per le carni e molto presto spariranno del tutto dal paese. Oggi con le mietitrebbie tutto diventa più facile e meno faticoso, ma la festa del raccolto ha perso tutto il suo magico fascino vissuto con grandi sacrifici dai nostri genitori. Qualcuno di questi anziani conserva ancora quel ricordo e qualche logoro attrezzo oramai obsoleto e mentre declama un vecchio detto tramatzese posso leggere nei suoi occhi un poco di nostalgia: "SU SOBI DE ARJOBAS E SU BENTU DE AUSTU EST MELLUS DE TOTTU CUSTU".

Le anziane contadine tramatzesi invece continuano a scavare nella memoria ricordando con lucidità: di quando si andava la mattina prestissimo a spigolare, di quando si macinava il grano con la tipica macina sarda e l'asinello, di quando si preparavano la farina, la crusca e la semola, fino ad arrivare alla dura preparazione del pane. Questa grande fatica veniva addolcita e resa piacevole dalla grande soddisfazione di avere un buon pane fatto con le proprie mani. Grazie a queste sapienti mani che hanno saputo apprendere e trasmettere quest'arte ancor oggi noi e i bambini delle scuole possiamo assistere alle fasi di questa importante lavorazione, capendo con quanto amore, con quanta fatica e con quanti sacrifici le nostre nonne e le nostre mamme affrontavano la vita di tutti i giorni.

Il Bottigliaro

Il video delle Istantanee Tramatzesi_Luglio

 
Di ilbottigliaro (del 24/11/2009 @ 11:14:37, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1099 volte)

ISTANTANEE TRAMATZESI - Lampadas-Giugno

Cari lettori, alcuni non si saranno di certo accorti, altri, soprattutto i Tramatzesi lontani assidui fruitori delle ISTANTANEE, avranno sicuramente sentito la mancanza. La promessa di farvi vivere "quasi" in diretta gli umori, gli eventi e le sensazioni dovute al cambiamento climatico, attraverso i miei filmati e il mio 3° occhio, ahime' è stata condizionata da eventi esterni e non di poco rilievo. Ma sono tornato.. e anche se non recuperero' tutto in un sol colpo.. eccomi quà' !!! Il nostro viaggio ci porterà indietro col tempo, più precisamente al mese di Giugno o Lampadas. In paese come nel resto del mondo, questo è il periodo di "raccolta", per la scuola così come per l'Agricoltura. I ragazzi a fine anno scolastico sapranno se il loro lavoro ha dato buoni frutti ed il contadino dal canto suo tra non molto mietera' il Grano . Ma e' anche tempo di preservare le vigne dalle malattie, c'e' ancora qualche pecora da tosare e lana da raccogliere. Intanto arriva la pioggia ........... e con questo Vi Auguro una Buona Visione!!

ilbottigliaro


1° parte ISTANTANEE TRAMATZESI Giugno - Lampadas

 

 

2° parte ISTANTANEE TRAMATZESI Giugno - Lampadas

 

 
Di ilbottigliaro (del 10/06/2009 @ 18:09:47, in Istantanee_Tramatzesi, linkato 1739 volte)

Cari amici      del blog, il nostro immancabile appuntamento con le Istantanee Tramatzesi dedicate al mese di Maggio... Un saluto e.... buona visione!

 

MAJU


E seus'arribaus a Maju
oi est su primu
sa di' de Santu Giuseppi
in bidda c'ets una grandu
FESTA.

Ma deu seu in domu e non potzu bessi'
serru is ogus una scapada
e arregodu una Festa
de tanti annus faidi.

In basi a is as Stagionis
Maju iad 'a essi giai a fini de su Beranu
e naranta segundi su tempus chi fadiada
ca fudi BANAU PRENU
TOTTU COBERI MAJU
CANDU BENIDI IN BENI
eccu su diciu de Maju!!
chi fadiada bentu 'estu
chi non proiada po' strumpai is loris
poitta in su mesi 'e Maju
in gussu tempus is trigus non fiant
bascittedus cumment'a immo'
fiant diversas calidadis...
chi proiada in su mesi de Maju
fadiada a i'stoia

Tottu coberi Maju candu benidi in beni
e prestus ci pozzu besi'
c'est unu mari de Babaòi de bì
su foraggiu de assoddì
e is ous de fruccì...

Abribi non s'e' fattu mancai s'acqua
ma su SOBi buddiu de Maju
est accabendi de asciugai tottu
is trigus funti sempri prus attus
e sempri prus grogus
e c'est su SENZU in frori
sa BARBOIA,sa NARBEDDA
s'ARANADA e sa FIGUTZINDIA

Su sobi de Maju e' propriu callentendi
e is antzianus
bessint 'a pigai sa friscura
e m'arragonta is nomis
de is BACCAS che tenianta
po' traballai sa terra tanti tempus faidi

“ PIBIRI POTTAS – NO TIND'ACCATTAS “
“ LASSADDUS NAI – NO PONGIAS MENTI “
“ PAGU SAGURU - NO MI FIDU “

Is binjas funti po' frori'
e is ous de sa TRUTTIRI si funtis abettus
e sa faixedda est pronta a pappai

Funti passadas dexi disi
e is TRUTIREDDAS funti prontas 'a si bobai
nottesta non mi cabada sonnu
e abarru innoi a castiai unu bellu GIGLIU ispuntendi!!

Is NUIS currint pasci' chi s'ant 'a frimmai
Maju est accanta de spacciai
e PROI PROI s'ind 'a andai.


MAGGIO

E siamo arrivati a Maggio
oggi e' il primo
il giorno di SAN GIUSEPPE
in Paese c'e' una grande Festa.

Ma io sono in casa e non posso uscire
chiudo un'attimo gli occhi+
e ricordo una festa
di tanti anni fa'.

In base alle stagioni
maggio è quasi alla fine della Primavera
e dicono a seconda del tempo che faceva
che fosse PRIMAVERA piena
TUTTO COPRE MAGGIO
QUANDO VIENE IN BENE
Ecco il detto di maggio
se faceva vento maestrale
se non pioveva e coricava il raccolto
perche' nel mese di maggio
in quei tempi il grano non era basso come ora
la qualita' era diversa e piu' alta
e bastava un po' di vento per distruggere tutto.

Percio'......

TUTTO COPRE MAGGIO
QUANDO VIENE IN BENE
e presto posso uscire da casa
c'e' un mare di PAPAVERI da vedere
i foraggi da raccogliere
e le uova da covare

Aprile non s'e' fatto mancare l'acqua
ma il SOLE caldo di maggio
sta' seccando ogni cosa
il grano e' sempre piu' alto
e sempre piu' dorato
e c'e' l'ASSENZIO in fiore
la NARBOIA e la MALVA
il MELOGRANO e il FICODINDIA

Il sole di Maggio sta' proprio riscaldando
e gli ANZIANI si siedono in piazza
a prendere un po' di fresco
e mi ricordano i nomi
del giogo di Buoi che usavano in altri tempi
per lavorare la TERRA.

“ TI DAI DELLE ARIE – MA NON T'ACCORGI
“ LASCIALO DIRE – NON DARGLI RETTA “
“ SEI POCO SICURO - NON MI FIDO “

Le vigne stanno per fiorire
e le UOVA della TORTORELLA
si sono schiuse
e le FAVETTE sono pronte per essere mangiate
Sono passati 10 giorni
e le tortorelle sono pronte per spiccare il volo
questa notte non riesco a dormire
e me ne sto' ad ammirare
un bel GIGLIO che sboccia

Le NUBI corrono chissa' se si fermeranno
Maggio sta' per terminare i suoi giorni
e con la PIOGGIA SE NE ANDRA'.

Il Bottigliaro

Il Video

 

 

 



 

 

 
Di ilbottigliaro (del 22/05/2009 @ 09:15:22, in Istantanee_Tramatzesi , linkato 1104 volte)

 

Come promesso, la seconda ed ultima parte delle Istantanee Tramatzesi del mese di Aprile... Buona visione!

Abribi _ Segunda patti

 

Pròpriu diaici narada su diciu

“ Abribi torra su lepiri a cuibi “

E ddia nau est'unu mesi brullanu

ma castia cantu dicius

po' custu mesi malandrinu

“ Abribi beni ca mas'a biri “

ma no bastada

“ Chi no appu crobettu su sruccu

frungimiddu s'ununcu

chi su sruccu appu crobettu

baidindi cuntentu”

Est propriu unu mesi

chi si fai giogu de tottus

una di' est'imbriagu e una di' est xesiu

una di' proidi e una di' bessi su sobi


Ma sa cosa prus bella est cà

is froris no accudinti bessendi

unu grogu un'arrubiu

unu ingespiau e unu cabori arrosa

s'alessandrinu giallu

ciccada desi faidi logu in su bidri

e su TRAMATZU est ponendu tottu is follas

cantu froris e cantu caboris

curru de una patti a s'atera

cichendi s'uttimu bessiu.


Ma! m'anti nau ca in bidda

est arribada una mosta de operas

in Biancu e in Nieddu

Funti is Operas de su Maistu SIRIGU

e nosu andaus tottus a da s'ammirai.


E Abribi non s'est fattu mancai s'acqua

nottesta a propiu tottu sa notti

e crasi ch'e' sa di' de PASCA?

Ad 'a fai ugualis

su frumi est prenu e s'acqua curridi

mai bida una cosa simili

in gustu periudu

Su chi si seccada e' ca sa prucessioni

de Nostru Sannori e de sa Madonna

nò s'ada podi fai

s'INCONTRU in su ponti

nò adessi possibili

su cumitau d'accodriu cun su Praidi

anti detzidiu de du fai

aintru 'e cresia.


Ma deu serru is ogus una scappada

e mi parridi de torrai a bi'

unu bellu INCONTRU de annus passaus

e du sigu cun RELIGIOSU SILENZIU.


Torru a aberri is ogus e adi smittiu de proi

sa NOTTI est umida e MUDA

su frumi s'est assentau e is mattas funti luxentis

crasi ad 'a torrai a proi

Gesu' Cristu est RESUSCITAU

Giuda s'est impiccau

e su BABBAOI est arribau


Est torrau su SOBI

s'acqua sinc'e' fuida a mari

e is pillonis funti prontus a frucci'

S'ind 'e' pesau su BENTU

su SATTU est sempri prus bidri

e is trigus funti jai attus

su diciu narada

“ Apribi pruinosu massaju arrungiosu”


Est bessida sa primu FIGU

est frorida s' ALLU 'e carroga

e s'Orchidea aresti.


Seu siguru ca crasi torrada 'a proi

ant 'a bessi' siguramenti

povintzas is SITZIGORRUS.


 

Aprile_Seconda parte


Proprio cosi' dice il detto

“ Aprile riporta la lepre nella tana” ( dovuto al fatto che le temperature si riabassano )

e l'avevo detto e' un mese scherzoso

ma guarda quanti DETTi

per questo mese malandrino

“Aprile vieni che mi troverai pronto”

ma non basta!

“ Se non ho coperto il solco puoi corrugare il muso,

se il solco ho coperto puoi andare contento”

( se le pioggie non sono state abbondanti puoi essere insoddisfatto,

se ho portato l'acqua necessaria puoi andare contento)


E' proprio un mese che si prende gioco di tutti

un giorno e' ubriaco e un giorno e' sobrio

un giorno piove e un giorno esce il sole

 


Ma la cosa piu' bella e che i fiori

non smettono di sbocciare

uno giallo uno rosso uno variopinto

e uno color rosa

il trifoglio-giallo

cerca di farsi posto in mezzo al verde

e il TAMERICIO

sta' mettendo tutte le foglioline

quanti fiori e quanti colori

corro da una parte all'altra

cercando l'ultimo nato


Mah!

M'hanno detto che in paese

e' arrivata una MOSTRA

di opere in Bianco e NERO

sono le opere del Maestro SIRIGU

e noi tutti andiamo ad ammirarle.


E Aprile non s'e' fatto mancare l'aqua

questa notte e' piovuto tutta la notte

e domani che sara' il giorno di PASQUA??

fara' uguale

il fiume e' pieno e l'acqua corre

mai vista una cosa simile

in questo periodo

Cio' che non ci aggrada e'

che la processione del Cristo e la Madonna

non si potra' fare

l'INCONTRO sul ponte non sara' possibile

il Comitato d'accordo con il Sacerdote

hanno deciso di farlo dentro la chiesa.

Ma io socchiudo un'attimo gli occhi

e mi sembra di rivedere

un bell'INcontro di anni fa'

che seguo in Religioso Silenzio.


Riapro gli occhi e ha smesso di piovere

la notte e' umida e muta

il fiume s'e' calmato e gli alberi luccicano

GESU' Cristo e' RISORTO

Giuda s'e' impiccato

e il PAPAVERO ' arrivato.


E' tornato il sole

l'acqua e' scappata in mare

e gli uccelli sono pronti per la cova

s'e' alzato il vento

E la campagna e' sempre piu' verde

il grano e' ormai alto e il detto dice:

Aprile secco (senza piogge) contadino Povero.

Sono spuntati i primi FICHI

e fiorito l'Aglio di campo ( Alium roseum )

e sono foirite le ORCHIDEE selvatiche

sono sicuro che domani pioverà ancora

sicuramente

persino le lumache usciranno a pascolare.

Il Bottigliaro

 

Il Video

 


 
Di ilbottigliaro (del 16/05/2009 @ 09:24:59, in Istantanee_Tramatzesi, linkato 1172 volte)

A Voi tutti, la prima parte delle Istantanee Tramatzesi del mese di Aprile, ricco di eventi e manifestazioni da raccontare... Un saluto firmato "ilbottigliaro"

 

Abribi

Su sobi s’e’ torrau a cuai
E is anzianus m’arregodanta su dicciu
“ Su SOBI de Abribi fai nieddu chè tidibi “

Ma castia e itta mesi brullanu
Abribi est’arribau e sa bidda nosta ha cuau
Sa nebida chi ha cabau no lassada bi’ nudda.
Castiu spantau sa bidda mia de attesu
Non c’esti!! Non c’esti!!
Eppuru propriu ariseu seu passau a bi’
Una bella matta in froi de CEREXIA
Custu e’ su signalli ca su Beranu
E’ propriu arribbau
Mancai si fazzada befasa de nosu
Gioghendi a Mammacua

Fintzasa sa Matta de Judasa
Ad’incumentzau a poni is froris
Po’ sa dì de PASCA adessi tott’arrubia
Cumment’a su sangui de GESU CRISTU.

Ma in bidda e’ benida s’ora
de ciccai sa PRAMA groga
Sa prus bella
su coru de sa matta
chi est’istada preservada po’ un’annu interu.
Manus espertas e siguras
D’ant’a intrecciai in tanti frommas
e in tanti figuras.
Sa prama pintada,sa prama ‘e su populu
Sa spiga ‘e s’orgiu , sa gruxi
Is cocciuleddas, is accious de sa gruxi
Sa nuxi, sa scaba de su topi,
su caboru, su SIDDU.

Tottus aspettanta su domigu
Po’ podi fai galla de sa propria
prama Traballada
Su cumitau ha preparau
Unu ramoscellu po’ d’ognunu
E aspettausu sa SANTA benedizioni
E dopu sa prucessioni, me in sa Santa Missa
asessi medas
A liggi sa Passioni de GESU Cristu.

E’ commenti ‘e chi du intenda
Su BERANU cun gustu mesi BRULLANU
Si faidi befas de nosu
Bessidi su sobi e si torrada a cuai
Proidi e torrad’a bessi’ su sobi
E deu 'n d’aprofittu po' andai
a su sattu a ciccai is caboris
is froris e is Fragus
c'e' s'asudda,c'e' su margheritoni
e c'e' su frori de caragantzu
tottus a chi prusu prusu
bessinti po' fai bella mosta

Ad ognia patti chi mi furriu
seu ingiriau de bidri
is trigus funti po' su prusu
accovarausu ma c'esti su chi esti
crescendi beni
su bentu di faidi su chighillittu
ma sa spiga incumenzada a si fai bi'.

Oi e' torra una bella di'
e mi setzu in pratza 'e cresia
a chistionai cun is ANZIANUS
aspettaus sa Pasca Manna
pasci' chi ad 'a torrai a proi.

 


Aprile

Il sole si e' nascosto nuovamente
e gli anziani mi ricordano il detto
“ Il sole di Aprile ti fa' nero come il CERCINE “
Ma guarda che mese BURLONE
Aprile e' arrivato ed ha nascosto
il nostro paesello
la nebbia che è scesa giu'
non lascia vedere nulla
guardo meravigliato il mio paese
da lontano
non c'e'!! non c'e'!!
Eppure proprio ieri sono passato
a vedere una bellissimo albero di CILIEGIO
in fiore
Questo e' il segnale che la primavera
e' proprio arrivata
anche se si fa beffe di noi
giocando a nascondino.

Persino l'albero di GIUDA
ha incominciato a metter su i fiori
per il giorno di pasqua
sara' tutta rossa come il sangue di Gesu' Cristo.
Ma in paese e' arrivata l'ora
di cercare le palme gialle
le piu' belle
il cuore della pianta
che e' stato preservato per un'anno intero
mani esperte e sicure
le intrecceranno dando loro
tante forme e tante figure
la PALMA decorata,la palma del popolo
la spiga d'orzo, la croce
le conchiglie,i CHIODI della croce
la noce,la scala del topo
il serpente ,il sigillo.

Tutti aspettano la DOMENICA
per poter esibire la propria
palma lavorata
il COMITATO ne ha preparato
un ramoscello per ciascuno
e aspettiamo la SANTA Benedizione
e dopo la processione durante la Santa messa
saremo in tanti a leggere
la PASSIONE di GESU' Cristo.
Ho come la sensazione che
la primavera assieme a questo mese Burlone
si stia prendendo gioco di noi
esce il sole e subito dopo si nasconde
piove ed esce ancora il sole
ed io ne approfitto per andare
nelle campagne in cerca di colori
di fiori e di odori
C'e' la lupinella,c'e' il margheritone
e c'e' il fior d'oro bambagella
tutti si sfidano a piu' non posso
per chi esce prima
e per far bella mostra di se'.

Mi giro tutt'intorno
e sono circondato di verde
il grano e' per lo piu' nato rachitico
per via delle pioggie abbondanti
ma c'e' anche quello che cresce bene
il vento gli fa' il solletico
ma la spiga incomincia comunque
a farsi vedere

oggi e' nuovamente una bella giornata
e ne aprofitto per sedermi
nella piazza della chiesa
assieme agli anziani
e chiacchierando con loro
aspettiamo la PASQUA
chissà se piovera' di nuovo!!!!

 


TIDIBI – CERCINE

Panno attorcigliato in modo da formare un’imbottitura
a forma di ciambella da poggiare sulla testa
e sulla quale veniva collocata la brocca,
Probabilmente non veniva lavato molto spesso
ed essendo sempre a contatto con i capelli anch'essi
lavati di rado,diventava unto e scuro.

Il Bottigliaro

Il Video

 

 

 

 



 

 

 
Di ilbottigliaro (del 03/04/2009 @ 19:42:31, in Istantanee_Tramatzesi, linkato 1136 volte)


Prosegue il mio osservare , il mio catturare ...
I giorni di Marzo a Gonnostramatza sono passati senza grandi eventi, nessuna festivita’ religiosa di grande interesse.
Ho rivolto lo sguardo verso i mutamenti della natura, l’esplosione dei colori con i fiori che spuntano ovunque.. La grande pioggia dei primi giorni .. la Festa delle DONNE che riacquista il suo vero valore perdendo quella piega consumistica degli ultimi anni..
I primi caldi che si affacciano e scompaiono in un lampo tipico di Marzo…
E alcune istantanee sul lavoro degli abitanti…prevalente a Gonnostramatza la Pastorizia e l’Agricoltura.

 


Mratzu

E Mratzu puru est ‘arribau
Atras NUIS e SOBI ha pottau
Ma si scidi est’ unu mesi maccu
Castia su Sobi e piga su paraccu

Su frummi s’e’ torrau a preni
e s’acqua curridi
Prestusu ad’arribai a mari

Ma esti SCAMPIENDI

Crasi callentada e is anzianus
sezzius in pratza de cresia
funti bessiusu de chizzi
chistionis e contus po’ arragodài
candu in atrus tempus
andanta a traballai
sa terra est gravida
e toccada a da curài
c’e’ sa faà de marrài
e sa bingia de pudài

est arribada sa festa de
tottus is femmias e fadeus
is augurius cun grandu rispettu
e cun d’unu bellu froi grogu

Su beranu est accanta de arribài
E su sattu ingespiau de cabòris
Cun milla froris arridi e profùmada
Sa frorinca su tittiàcca
Su pizz’è coccoi e su cadrillòi
Sa lùa e su prèssaba cabòri e arrosa
Su labèri e su TRAMATZU

Is cruccueus preparanta su niu
Cun s’erba siccada
Prestusu ant’a pòi is ous a fruccì

Custa notti e’ notti de LUGORI
Notti callenti cun sa LUNA luxenti
Notti de scattullasa misteriosasa
Appiccigadas’ a is mattas e a is pedras
Mi toccada a ciccai
chi in sa SCATTULLA MANNA
bollu intrai

E torru me in su SATTU BIDRI
E agattu una bella PIPPìa de sparau
E sa ricetta appu provau

Seus’a BINTUNU
Su BERANU est’arribau
E su FRIUSu n’da’ pottàu
No parridi berus su SOBI s’e’ cuau
Ba baa’ torrad’ a proi
Assumancu s’erba po’ is brabeis
Ad’a fai bella

Mi setzu a pigài su sobi
Aspettendu chi arribidi
sa PASCA MANNA
Toccada a s’arregodài
Su chi narada su DICCIU
“ SU SOBI DE MRATZU
FAI NIEDDU CHE TOBACCIU”

 

MARZO

Ed anche Marzo e’ arrivato
Altre nubi e sole ha portato
Ma si sa è un mese pazzerello
Guarda il SOLE e prendi l’ombrello

Il fiume si è riempito nuovamente
E l’acqua corre
Presto arriverà al mare

Mah sta’ per spiovere

Domani farà caldo e gli anziani
Seduti nella piazza della chiesa
Sono usciti presto
Dialogano e raccontano per ricordare
Quando in altri tempi
Andavano a lavorare
La terra e’ gravida
Ed ha bisogno di cure
Ci sono le fave da zappare
E la vigna da potare

E’ arrivata la festa di tutte le DONNE
E facciamo loro gli auguri
Con gran rispetto
doniamo un bel fiore giallo

La PRIMAVERA sta’ per arrivare
E la campagna chiazzata di colori
Con mille fiori sorride e profuma
La pervinca l’erba Vajola
La borragine e l’asfodelo
L’Euforbia e il pesco color rosa
L’alloro e il TAMERICIO

I passerotti preparano il nido
Con l’erba secca
Presto deporranno le uova per la cova

Questa notte è notte di LUNA PIENA
Notte calda con la luna lucente
Notte di scatole misteriose
Appese alle piante ed alle pietre
Mi tocca cercarle
se nella SCATOLA GRANDE
voglio entrare

E Torno nella campagna verde
E raccolgo un bel mazzo di asparagi
E così ho potuto provare la ricetta

Siamo a 21
La primavera è arrivata
Ed il freddo ha portato
Non sembra vero il sole si è nascosto
Vuoi vedere che pioverà ancora
E così almeno l’erba per le pecore
Crescerà bella

Mi siedo al caldo del sole
Aspettando che arrivi
La PASQUA
Bisogna però ricordarsi
Di ciò che dice il detto
“ IL SOLE DI MARZO
TI FA’ NERO COME IL COCCIO!”

 

 

*Pervinca = Frorinca
* Mimosa acacia = Mimosa

*Linguaràda pizz’è coccoi = borragine
*Cadrillòi = asfodelo
*Lua=Euforbia doppia ombrella
*Tittiàcca = Erba vajola maggiore


* Tratto da: http://www.fotodisardegna.it/flora.htm

 

Il Bottigliaro

 
Di ilbottigliaro (del 09/03/2009 @ 22:25:00, in Istantanee_Tramatzesi, linkato 1101 volte)

 

Eccomi ad illustrarvi   le istantanee  TRAMATZESI del mese di Febbraio. Con molta curiosita’  cerco di immortalare cio’ che riesco a scorgere di nuovo e  importante.. Le prime avvisaglie della primavera e gli  ultimi freddi dell’Inverno si sovrappongono e si  intarsiano come un balletto mettendo in mostra i primi frutti e fiori.  Il carnevale in maschera  che ritorna puntuale E il gregge che ogni giorno percorre i soliti sentieri spero di far cosa  gradita e di trasmettervi cio’ che sento nell’immortalare il ciclo dei  giorni TRAMATZESI.

Dedicato, ovviamente  a tutti i TRAMATZESI  che  sono  lontani da queste  brezze.


Nuisi , nuisi e torranta nuisi currinti e giranta...Cambianta cabori murrasa e nieddasa e ghettanta
M’arribada ancora su sabori de custu Friaju
chi non s’esti fattu mancai nudda..Tempu mau e tempu bellu tempu de festa e tempu de Jerru
E no funti bastadasa is mascheras po’ ci du bogai.
Landireddu,cibixia,bentu fotti e fastidiosu,nì,arrosu mascu,araxi frida de tramuntana,acqua e ummididadi,nì scallada e bentufuriosu.
Seu aspettendi su beranu e ci bollu bogai su friusu M’incantu a castiai su chi s’incarada a sa luxi
Su cappedd’e muru e’ unu de is primus ...Agattada sempri unu ladri aundi cresci
E poi su pizzuadroju e su travullu in frori..grogu commenti a sa zippua
su pirastu e su coravigu..Su sparau e’ bessìu e su sobi s’e’ cuau
In su sattu seu cicchendi e su tallu appu appubau.
Is Pisittus in crabettura funti amoreggiendi.
E su tramatzu est’ancora spollau.

Ma s’araxi frida chi arribada de su Gennargentu e de is montis de Biddaxidru
faidi tremmi finzas is ‘imbriagus de su Crannovalli
Sa circhiolla est bessida e crasi faidi torra tempus bellu
A su chizzi is fummaious boganta sa lingua
E is enadroxus ghiacciaus parrint operas de manus nodidas
Sa beccittedda cun su sciallu
E’ bessìda po’ ci bogài a Canciofalli
Ma nò d’anti donau binu bellu e di funti abarrausu is su striorisi.

Mratzu est’arribendi , du intendu e seu siguru atras nuis ant’ a torrai luegu.

*
Nubi ,nubi e ritornano nubi corrono e girano
Cambiano colore grigie e nere e gettano
Mi arriva ancora il sapore di questo Febbraio che non si è fatto mancare niente
Tempo cattivo e tempo bello tempo di festa e tempo d’Inverno
E non sono bastate le Maschere per cacciarlo
Grandine , brina, vento forte e fastidioso, neve, rugiada,
brezza fredda di tramontana, pioggia e umidità ,neve sciolta e vento furioso.
Sto’ aspettando la PRIMAVERA e voglio scacciare il freddo
M’incanto a guardare ciò’ che vede la luce per la prima volta
L’ombelico di Venere è uno dei primi
Trova sempre un mattone crudo e umido dove crescere
E poi l’ortica e il trifoglio in fiore
giallo come le ZEPPOLE
il pero selvatico e il biancospino
l’Asparago e’ spuntato e il sole si è nascosto
nelle campagne stò cercando e il gregge ho intravisto
i Gatti sul tetto amoreggiano

e il TAMERICIO e’ ancora spoglio.
Ma la brezza fredda che arriva dal GENNARGENTU e dai monti di Villacidro
Fa’ tremare persino i Baccanti del CARNEVALE
L’ARCOBALENO e’ apparso e domani tornera’ il bel tempo
Al mattino presto i comignoli fanno la lingua
E le pozzanghere ghiacciate sembrano opere di mani IMPORTANTI
La VECCHIETTA con lo scialle
E’ uscita per scacciare il CARNEVALE
Ma non gli e’ stato offerto vino buono e gli son rimasti i brividi di freddo.

Marzo sta’ per arrivare, lo sento e sono sicuro,altre nubi torneranno presto.

Il Bottigliaro

 

 
Pagine: 1 2

 

 


< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Articoli Scritti _ SuTramatzesu

Titolo
Album ricordi (2)
Associazioni (4)
Blog (33)
Cinema (4)
Cronaca (4)
Cucina (12)
Curiosità Tramatzesi (2)
Eventi (76)
Feste paesane (19)
Feste Religiose (6)
GonnosSport2010 (8)
Istantanee_Tramatzesi (11)
La tua storia (2)
Laboratorio Tramatzese (2)
Libri (9)
Musica Tramatzese (1)
News (31)
Opere (1)
Personaggi (4)
Racconti (4)
Santi Tramatzesi (1)
Sondaggi (6)
Sondaggio (1)
Sport (5)
Stagioni_Tramatzesi (1)
Storia (1)
SuBixinau (5)
SuTramatzesuèqui (2)
Teatro (5)
Tradizioni Tramatzesi (1)
Tramatzesi (1)
Tramatzesi around the World (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
In termini di Basket...
27/04/2014 @ 13:44:53
Di Gonnos Sport 2010
A pabillonis il risu...
14/04/2014 @ 15:14:12
Di Gonnos Sport 2010
Seconda partita di f...
13/04/2014 @ 12:24:08
Di Gonnos Sport 2010
Partita difficile pe...
07/04/2014 @ 12:49:17
Di Gonnos Sport 2010
Oggi alle ore 16, il...
05/04/2014 @ 11:49:26
Di Gonnos Sport 2010
CLASSIFICA:Gergei 58...
31/03/2014 @ 12:06:26
Di Gonnos Sport 2010





29/09/2021 @ 03:26:16
script eseguito in 109 ms



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo blog rappresentano l'opinione personale dell'autore. I commenti sono di proprietà e sotto la responsabilità dei rispettivi autori e non rappresentano il punto di vista dell’autore. Le immagini presenti in questo blog, tranne dove diversamente specificato, sono tratte da internet, sono perciò intese di pubblico dominio. Le immagini che eventualmente risultassero ledere altrui diritti verranno prontamente rimosse a seguito di una segnalazione all'autore.