Gonnostramatza _ Il blog de SuTramatzesu

 

Ci sono 297 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Qual’é la musica preferita dai tramatzesi?

 Rock
 Disco
 Metal
 Pop
 Rap
 House
 Classica
 Jazz
 Folk
 Altro

 

\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di MisterBlog (del 31/05/2010 @ 22:23:42, in News, linkato 6241 volte)

Alessio Mandis è il nuovo Sindaco di Gonnostramatza

Ultim'ora: Il giovanissimo studente universitario tramatzese è il nuovo Sindaco di Gonnostramatza. Alessio Mandis, eletto con 413 voti, pari al 59% dei consensi era sostenuto dalla lista civica “Un'altra storia per Gonnostramatza”. Ha battuto il rivale politico, amico e vicino di casa, Cristian Nicola Spiga, geometra di professione sostenuto dalla lista civica "Dialogare per crescere".

Noi dello staff de SuTramatzesu ci congratuliamo con Alessio e gli auguriamo un buon lavoro.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (99)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 24/05/2010 @ 09:02:11, in Racconti, linkato 1267 volte)

Nassargius

Nassargius Tramatzesi

Forse non tutti sanno che a Gonnostramatza nel lontano 1774 alcuni privati, al fine di poter pescare tranquillamente le anguille, costruirono vari nassargius lungo il corso del rio Mogoro, il ruscello che divide in due il paese.
Intanto, il termine nassargiu deriva dalla parola nassa che anche in italiano designa una rete in particolare; nella nostra isola, essa era costituita da virgulti di lentisco o mirto ovvero canne dove i pesci di ruscelli o torrenti restavano impigliati. Dunque una trappola che veniva piazzata negli spazi più esigui in cui scorreva l’acqua.

nassargius

 

 

 

 

 

 

 




A loro volta, questi ultimi si aprivano veri o propri sbarramenti ottenuti con pietrame o erigendo palizzate rinforzate da fascine e arbusti. Trote e anguille imboccavano quelle strettoie ma rimanevano imprigionate. A quel punto la loro cattura risultava quanto mai facile. Ostruzione e nasse formavano il nassargiu. Tuttavia, avvedendosi dei pericoli connessi agli sbarramenti, il Comune di Gonnostramatza protestò e chiese al reggitore del feudo che venissero smantellati e ne fosse impedita la riedificazione in futuro. Non accontentandosi delle parole , il sindaco in persona guidò gruppi di cittadini per diroccare i nassargius.

Alle proteste dei proprietari, i quali invocavano la consuetudine per conservare i loro vantaggi, si obiettò che era vano appellarsi ad un esercizio “quieto e incontrastato” di attività fino ad allora normalmente esercitate.

nassargius

 

 

 

 

 

 

 




Di fronte alla possibile rovina di piazze e strade, quale senso aveva parlare di diritti acquisiti? E che tutela bisognava loro accordare quando cozzavano con un prevalente interesse pubblico? La presa di posizione dell’amministrazione di Gonnostramatza testimonia quanto il problema fosse sentito ed in quale misura avesse richiamato l’attenzione delle autorità. D’altro canto, spesso i nassargius non erano opere da poco: in alcuni casi, per edificarli furono impiegati notevoli quantitativi di pietre, con l’intervento di muratori. In questo clima maturò l’emanazione delle Regie Patenti, che attraverso Carlo Alberto proibì i nassargius ma disciplinò anche la pesca nelle acque interne dell’isola con varie prescrizioni tra cui il divieto di praticarla nel periodo compreso tra il primo agosto e il 15 ottobre (oggi si parlerebbe di fermo biologico).

nassargius


(liberamente tratto da “L’anguilla nel sacco di Carlo Pillai-Sardegna Fieristica Aprile-Maggio 1995)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 19/05/2010 @ 08:30:32, in Eventi, linkato 2720 volte)

Sollecitato da numerosi lettori, lo Staff de SuTramatzesu, ha deciso di indire un divertente Sondaggio: Chi sarà il prossimo Sindaco di Gonnostramatza? .    Nella colonna di sinistra della pagina principale trovere il modulo apposito per esprimere la vostra scelta... a Voi l'ardua sentenza... e mi raccomando non cliccate troppo!!!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (29)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 15/05/2010 @ 17:11:07, in Eventi, linkato 2078 volte)

Cari lettori,

come promesso, Vi presentiamo le risposte dei candidati Sindaci alle cinque domande scelte tra quelle pervenute. Ringraziamo naturalmente Alessio Mandis e Cristian Nicola Spiga per la disponibilità dimostrata e cogliamo l'occasione per fare ad entrambi un grosso in bocca a lupo.

 

1. Perché gli elettori tramatzesi dovrebbero votare la sua lista e quindi sceglierla come Sindaco?

Alessio: Credo che Gonnostramatza abbia vissuto 10 anni di amministrazione di cui oggi si possono vedere i risultati. Stiamo parlando di un progetto sicuramente legittimo, ma a che mi permetto di non condividere: grossa spesa di risorse per le cose materiali e poca attenzione agli investimenti sulla persona. I giardini e le piazze sono certamente importanti, ma un paese è fatto innanzitutto di persone che lo vivono. E’ per queste persone che bisogna lavorare. Le piazze ed i giardini devono essere pensati in funzione delle persone, e non viceversa. Il progetto della lista “Dialogare per Crescere” , in sostanza, porta avanti la linea degli ultimi dieci anni. Il nostro progetto invece vuole cambiare, e programmare più investimenti sulle persone e meno sulle cose.

Cristian: Ciao a tutti, mi propongo per ricoprire la carica di Sindaco nel nostro paese per la lista civica “Gonnostramatza - Dialogare per Crescere”. Le ragioni che mi hanno spinto a intraprendere questa nuova avventura affiancato da dodici amici, sono molteplici.
Innanzitutto, poiché vivendo e lavorando in paese conosco bene la realtà locale; perché sono un tecnico abituato a lavorare con le Amministrazioni pubbliche e ritengo quindi di avere le capacità necessarie per affrontare e risolvere concretamente le problematiche di carattere Tecnico ed Amministrativo. Credo che sia giusto e rispettoso nei confronti dei cittadini, non avere la presunzione e non presentarmi promettendo miracoli e grandi opere, ma avendo il coraggio di mettermi in gioco. Solo attraverso la reciproca e continuativa collaborazione tra Amministrazione Comunale, Associazioni di Volontariato e cittadini, il nome ed il prestigio del nostro piccolo paese crescerà rendendo ogni persona orgogliosa di abitarci.

 

2. Come definisce, ad oggi la situazione del paese di Gonnostramatza?

Alessio: Non dirò che il paese è allo sfascio per entrare nel gioco delle parti. La situazione, però, non è delle migliori. Il paese invecchia, i giovani che escono di casa per lavoro o per studio si accorgono che fuori di quì ci sono maggiori possibilità per costruire il proprio futuro; spesso non tornano, e se lo fanno è solo il fine settimana o per le festività. Io stesso, dopo la laurea, ho ragionato a lungo se restare, decidendo poi di farlo per provare a costruire un futuro insieme ai miei compaesani. Il coinvolgimento dei cittadini nella vita amministrativa del paese è scarso. Manca il collegamento diretto, la connessione veloce tra amministrazione e cittadino. Manca una politica sul risparmio energetico, che è anche risparmio per i cittadini, attraverso mezzi innovativi come il fotovoltaico, l’eolico, il biogas, che farebbero risparmiare al consumatore cifre considerevoli. E’ mancato per troppo tempo il servizio della Biblioteca Comunale. Siamo stati uno degli ultimi paesi ad avere la linea ADSL, e questo ha creato ritardo socio-culturale ed economico che stiamo ancora scontando. Le scuole rischiano la chiusura, e serve un’attenta politica di collaborazione fra i comuni per far sì che almeno un istituto possa restare aperto nel nostro paese. Manca una collaborazione “vera” fra le associazioni presenti, cosa che migliorerebbe i risultati dell’impegno nelle attività che si organizzano; a proposito di questo, vorrei chiarire che poco importa di chi sia la responsabilità, “la colpa”; ciò che conta è che le associazioni si parlino, collaborino insieme, e lavorino per obiettivi comuni. Un’amministrazione autorevole deve essere il primo riferimento per un dialogo indispensabile fra le associazioni. Ad ogni modo, credo che Gonnostramatza abbia gli strumenti e le risorse per uscire da questo stato. Per cambiare. Il progetto che abbiamo vuole correre verso questa direzione.

Cristian: Gonnostramatza come tutti i piccoli centri della Marmilla segue un lento sviluppo, dettato soprattutto dalla esiguità di finanziamenti necessari per il regolare sostentamento dell’attività Amministrativa. Credo fermamente che la costanza nella ricerca e richiesta di finanziamenti, attraverso la partecipazione a bandi pubblici, con il proseguimento e l’implementazione delle attività con l’Unione dei Comuni “Parte Montis”, ci permetterà di avere un maggiore peso politico verso l’Amministrazione Centrale. Soltanto con l’aggregazione la nostra Comunità potrà ottenere quelle risorse che ci consentiranno nell’immediato la progressiva crescita occorrente per stabilizzare e potenziare l’abitabilità ed il prestigio del nostro piccolo centro.

 

3. Abbiamo letto con attenzione il suo programma. Quali punti ritiene prioritari da realizzare nel primo anno di Amministrazione?

Alessio: Certamente il primo obiettivo è quello di creare un sistema di COMUNICAZIONE SEMPLICE tra Cittadino e Amministrazione. Il principio della TRASPARENZA AMMINISTRATIVA. Stiamo parlando di un aspetto indispensabile per un buon governo. Ci impegneremo da subito per dare la possibilità ai cittadini di capire e conoscere il nostro modo di amministrare la cosa pubblica, e di migliorare quel modo ascoltando i loro pareri e le loro idee, i loro consigli. Un esempio è quello del Bilancio Partecipativo per capire e spiegare come spenderemo i soldi della comunità, cosa faremo per ogni singola categoria, e coinvolgere direttamente le persone. A questo serviranno le assemblee degli anziani, dei giovani, delle donne, ecc. Un’altra cosa di grande importanza è l’ambulatorio comunale. In tanti anni non è mai stato risistemato. Poi via subito con le politiche sociali, coinvolgendo tutte le fasce d’età, senza dimenticare l’agricoltura e le attività produttive, il lavoro, attraverso l’utilizzo di apposite leggi, come la legge 1 del gennaio 2010, per la valorizzazione dei prodotti tipici agro alimentari. Ma per fare questo occorrerà un po’ più di un anno.

Cristian: Al primo posto intendo mettere i bisogni delle persone, soprattutto dei più deboli, intervenendo nell’assistenza sociale, nella casa, nel lavoro e nella riscoperta e delle tradizioni locali. L’obiettivo del mio gruppo di lavoro sarà quello di riqualificare i servizi, contrastando sprechi e inefficienze.
In questo primo anno intendiamo pertanto:
1.Incentivare i giovani alla creazione di nuove attività imprenditoriali;
2.finanziare l’attivazione, anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche, di appositi corsi e/o laboratori per lo studio, il recupero degli usi e costumi e delle attività tradizionali, quali: ballo sardo, produzione del pane, dei dolci, la gastronomia, gli antichi mestieri, le attività agricole, ecc
Compatibilmente alle risorse disponibili è doveroso adoperarsi per la riduzione della spesa pubblica mediante l’installazione di impianti di produzione di energia rinnovabile negli edifici pubblici; Intervenire poi nella viabilità locale predisponendo una efficiente segnaletica verticale e orizzontale; completare poi i marciapiedi con adeguamento degli stessi alle norme sulle barriere architettoniche anche attraverso incentivi agli operatori economici per l’eliminazione delle stesse.
Il prestigio di un paese è dato anche da un’immagine pulita e rassicurante del centro abitato.
Occorre poi nell’immediato:
1.risanare l’alveo “Rio Mannu” nelle zone interessate dal P.A.I. all’interno e all’esterno dell’abitato;
2.riqualificare e salvaguardare il Centro Storico;
3.valorizzare i numerosi siti archeologici presenti nel territorio, al fine di consentire un crescente sviluppo turistico;
4.recuperare lo stabile Comunale sito in via Diaz, per la realizzazione di locali da concedere alle Associazioni di volontariato;
5.completare il parco pubblico di Via Nazionale.

 

4. Quale sarà il suo impegno verso la cultura, lo sviluppo, la valorizzazione del territorio e in che modo darà spazio e voce ai giovani, agli anziani e alle fasce più deboli?

Alessio: Io sono convinto che, se davvero vogliamo dare un futuro a questo paese, in tempi non facili come questo la cultura può e deve diventare una carta da giocare. L’economia dei prodotti esteri a basso costo mette in ginocchio interi sistemi produttivi, e si porta dietro una crisi che non nasce certo a Gonnostramatza, ma che comunque mette Gonnostramatza (e non solo) in ginocchio. Io credo che il nostro patrimonio culturale oggi può essere una vera risorsa economica: le nostre tradizioni, la nostra storia, i nostri tesori sepolti, persino i nostri modi di coltivare la terra e di darne frutto, o quelli di allevare il bestiame, sono l’unica cosa che il mercato mondiale e le fabbriche della grande produzione non potranno mai “copiare” e rivendere in serie ed a basso costo. Parliamo di un tesoro che è solamente nostro, perché è nato e si è sviluppato solo qui. Perché fatto dalle mani delle persone che vivono qui. E’ la rarità, la specificità, a fare di un prodotto un qualcosa di alto valore. In quanti altri paesi nel mondo si celebra la sagra del gattò? Non molti, credo. Valorizziamo di più tutto questo. Gli esperimenti del Bue Rosso nel Montiferru o de su Casizolu come prodotti tipici regionali ci possono insegnare qualcosa, cosi come i percorsi turistici che valorizzano gli insediamenti nuragici in tantissimi centri della Marmilla, non ultimo il progetto in partenza del nuraghe Cuccurada a Mogoro. Gonnostramatza non può e non deve restare indietro. Ha le risorse, le deve utilizzare. Tutto questo patrimonio va coltivato, a partire dall’esperienza e dalle conoscenze preziosissime degli anziani (si pensi al recupero degli antichi mestieri) per arrivare alle esigenze ed alle aspettative dei giovani, che di queste esperienze potrebbero farne il proprio mezzo di sostentamento o quantomeno la propria passione. E di tutto questo, specialmente le fasce più deboli sarebbero le prime a beneficiarne.

Cristian: Lo sviluppo del nostro paese non può che partire dall’identità, attraverso il ricordo, il dialogo e l’apertura mentale. Ascoltiamo con attenzione gli anziani, spesso ci dimentichiamo che sono loro la nostra memoria, che sono loro che in periodi ben più duri, hanno contribuito a far vivere e dare sviluppo a Gonnostramatza, tramandando le tradizioni, che con la disattenzione che contraddistingue i nostri giorni, abbiamo oramai perso. Occorre pertanto coinvolgere i giovani e gli anziani e le persone più deboli nell’attivazione di progetti, anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche, di appositi corsi e/o laboratori per lo studio, per il recupero degli usi e costumi e delle attività tradizionali, quali: ballo sardo, produzione del pane, dei dolci, la gastronomia, gli antichi mestieri, le attività complementari all’agricoltura.

 

5. Cosa pensa del suo antagonista candidato sindaco. Dialogherete e collaborerete per il bene del paese?

Alessio: Conosco Cristian da quando sono nato. Lo stimo molto. E’ un ragazzo corretto e leale. Credo che comunque vada a finire quest’avventura, il futuro di Gonnostramatza dipenderà da quanto si riuscirà a collaborare. Non sarà certo facile, lo immagino, considerato che si ripropongono cinque consiglieri della vecchia maggioranza che non sempre hanno fatto del dialogo la loro bandiera (mi riferisco alla mia breve esperienza di amministratore). Si tratta di un dovere civico e morale, prima ancora che politico, perché andremo a rappresentare due parti diverse del paese, che però dal 1° giugno dovranno comunque proseguire la loro vita insieme. Per questo se dovessi vincere assieme ai miei consiglieri, farò in modo di amministrare rappresentando tutti, elettori e non, perché fare il sindaco vuol dire farsi portavoce delle esigenze di tutta, e ribadisco tutta, la comunità. Se dovessi perdere, la mia e la nostra collaborazione e disponibilità saranno fuori discussione. Io sono convinto che anche Cristian interpreti quest’aspetto allo stesso modo. Mi dispiace soltanto un particolare: avrei voluto fare del dialogo il tema iniziale della campagna elettorale con la proposta di un confronto pubblico. Purtroppo questa proposta non è stata accettata. Ad ogni modo gli esprimo tutto il mio affetto. E che vinca il migliore.

Cristian: Ho gia espresso il mio pensiero su Alessio Mandis mio antagonista. Ci conosciamo da sempre, ci siamo sempre rispettati a vicenda, lo ammiro perché anche se così giovane è una persona matura, seria, garbata e rispettosa,…è un ragazzo con una forte personalità. Non sono parole di circostanza, ma il mio sincero pensiero verso una ragazzo che come me ha il coraggio e tanta voglia di mettersi in gioco al fine di Amministrare Gonnostramatza.

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (16)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di SuGiornalista (del 10/05/2010 @ 18:23:36, in Eventi, linkato 1223 volte)

Splendido contro i due candidati sindaci tramatzesi:
"Mi hanno impedito con l’inganno di presentare per tempo la lista"

GONNOSTRAMATZA - Scurissimo in viso, e non per l’abbronzatura fieristica, Splendido ha letto un lungo documento per assolvere i suoi fedelissimi collaboratori (domestici e non) e attaccare duramente i due antagonisti candidati sindaci che erano in tribunale il giorno della presentazione delle liste. Una conferenza stampa mera incasinara, per il leader della terza lista tramatzese “GSS Gonnostramatza Splendida Splendente” (che si è addirittura appiculato per protesta sul tetto del Comune). "Ci è stato impedito di presentare le liste - ha urlato Splendido, aprendo la conferenza stampa - per reagire alla assoluta, dissoluta, chi di caliri guta, disinformazione che è stata fatta sulla vicenda della lista e per dare una ricostruzione fedele di quanto è accaduto. Non c'è stata alcuna responsabilità riconducibile ai miei collaboratori al contrario di quello che si è voluto far credere.

Ci è stato impedito in tutti i modi, in tutti i laghi e in tutti i luoghi di presentare le liste, con atti e comportamenti sleali, slegati e slacciati ben precisi", ha aggiunto Splendido. ''Ieri notte ci hanno dromito per benino con del sonnifero dentro il vino – accusa Splendido - durante sa picchettara organizzata con l’inganno dai due candidati sindaci con la scusa di dialogare e collaborare per il bene del paese. Poi  la mattina al risveglio, ancora stontonati e in forte ritardo, abbiamo trovato tutte le gomme delle nostre apixedde squarciate, e siamo stati costretti ad incamminarci a gavallo (ha detto gavallo, ha detto gavallo, vi go…) di un molente morente e partoriente verso il tribunale”. Con questa ricostruzione precisa, documentata, noi faremo ricorso oggi, domani e sempre e io sono sicuro che di fronte a questi fatti non potranno darci torto mai e poi mai. "I miei fedelissimi collaboratori non sono arrivati in tempo per soli due minuti all’interno della cancelleria per presentare la lista con tutta la relativa documentazione", ha sottolineato Splendido.

"I gemelli Pino e Lino Chessa stanchi dal dolce far niente, Kety Manca c’èèè che grezza con il cuore che fa bum bum e Aspiro Erba eccitato e sniffato più che mai - ha spiegato Splendido - chiedevano l'intervento del magistrato ma con loro grande sorpresa, lo stesso decideva incredibilmente, imprescindibilmente e incondizionatamente che erano esclusi". "Al responsabile regionale del movimento il dottor. Arreiga esperto in piricocchi (della vicina e non), arrivato in tribunale accompagnato da Nennedda e dal coniato, era stata data precisa assicurazione che tutto sarebbe stato sanato a seguito di un ricorso, che è stato presentato alle ore 17 all'ufficio circoscrizionale dal Sindaco di Scraffingiu in persona, che per scrupolo ha fatto il CUD a tutti i presenti, esclusi gli assenti", ha affermato Splendido.

"E' stata una decisione grave quella di aver impedito la presentazione della nostra lista, una decisione causata dall’invidia, dalla perfidia e anche dall’acidia", ha detto Splendido che ha definito gaggissimo il comportamento dei due antagonisti candidati sindaci sicuramente azzicati dalla mia fortissima, altissima e purissima lista civica. “Ma comunque Io, Splendido Splendente, il Grande, l’Unico e l’Immenso vi garantisco cari tramatzesi, care tramatzesi e cari tramezzini che non finirà qui e vi giuro sulla testa dei vostri figli, che Vincerò, Vincerò, Vinceròòòòòòòòòòòòò…”.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (6)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 04/05/2010 @ 15:17:43, in Eventi, linkato 2408 volte)

Manca poco meno di un mese alle elezioni comunali di Gonnostramatza che si terranno domenica 30 e lunedì 31 maggio prossimi. Anche noi dello staff di questo blog abbiamo deciso di “scendere in campo”. Saremmo testimoni attivi e seguiremmo con la dovuta attenzione e il dovuto impegno l’evolversi di questo importante appuntamento politico che coinvolgerà tutti voi tramatzesi, che sarete chiamati ad esprimere con il voto il diritto di essere politicamente rappresentati.

Il nostro impegno sarà, in questo articolo quello di presentare i futuri candidati sindaci, la composizione delle loro liste e i programmi che intendono realizzare durante il loro mandato. Vi avvisiamo che per rispetto e correttezza, solo per questo post, precluderemo a tutti la possibilità di inserire dei commenti. La volontà da parte nostra di trattare un argomento così importante ed allo stesso tempo così delicato con il coinvolgimento attivo di tutti voi non verrà comunque meno. Infatti, è con piacere che vi anticipiamo la completa disponibilità da parte dei due candidati sindaci ad una nostra proposta di confronto su cinque domande che verranno da noi selezionate sulla base di quelle pervenute alla nostra e-mail.

Vi invitiamo dunque a scriverci al seguente indirizzo info@sutramatzesu.it indicando la domanda che vorreste veder sottoposta ai due candidati. La scadenza di tale iniziativa è stata fissata per Domenica 9 maggio. Seguirà quindi il post con le risposte dei candidati sindaci alle vostre importanti domande.

Con queste premesse, sperando di riuscire a sviluppare all'interno di questo spazio una discussione costruttiva e leale fra le parti, vi invitiamo a seguirci attivamente e vi ringraziamo per la fattiva collaborazione.

Elezioni Comunali - Gonnostramatza 30-31 Maggio 2010 :

Candidato Sindaco: Candidato Sindaco:

Alessio Mandis

Nato il: 21.06.1985

Professione: Studente

Cristian Nicola Spiga

Nato il: 26.07.1975

Professione: Geometra

   
Candidati Consigliere Candidati Consigliere
   
1. Abis Valerio 1. Abis Stefania Orsolina
2. Atzori Stefano 2. Atzori Emanuela Maria
3. Concu Stefania 3. Concu Francesco
4. Ghiani Ilenia 4. Cocco Remiro
5. Locci Ezechiele 5. Demartis Diego
6. Peis Remo 6. Pilloni Francesco
7. Podda Claudio 7. Pinna Giovanni noto Nanni
8. Sanna Caterina 8. Piras Rita
9. Sebis Baldovino 9. Podda Michele noto Pancrazio
10. Sebis Damiano 10. Puddu Elisabetta
11. Zuddas Alessandro 11. Teribint Marco
12. Zuddas Salvatore noto Tore 12. Urracci Alessandro
   
Leggi il Programma Amministrativo >>> Leggi il Programma Amministrativo >>>
   

 

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

 

 


< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Articoli Scritti _ SuTramatzesu

Titolo
Album ricordi (2)
Associazioni (4)
Blog (33)
Cinema (4)
Cronaca (4)
Cucina (12)
Curiosità Tramatzesi (2)
Eventi (76)
Feste paesane (19)
Feste Religiose (6)
GonnosSport2010 (8)
Istantanee_Tramatzesi (11)
La tua storia (2)
Laboratorio Tramatzese (2)
Libri (9)
Musica Tramatzese (1)
News (31)
Opere (1)
Personaggi (4)
Racconti (4)
Santi Tramatzesi (1)
Sondaggi (6)
Sondaggio (1)
Sport (5)
Stagioni_Tramatzesi (1)
Storia (1)
SuBixinau (5)
SuTramatzesuèqui (2)
Teatro (5)
Tradizioni Tramatzesi (1)
Tramatzesi (1)
Tramatzesi around the World (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
In termini di Basket...
27/04/2014 @ 13:44:53
Di Gonnos Sport 2010
A pabillonis il risu...
14/04/2014 @ 15:14:12
Di Gonnos Sport 2010
Seconda partita di f...
13/04/2014 @ 12:24:08
Di Gonnos Sport 2010
Partita difficile pe...
07/04/2014 @ 12:49:17
Di Gonnos Sport 2010
Oggi alle ore 16, il...
05/04/2014 @ 11:49:26
Di Gonnos Sport 2010
CLASSIFICA:Gergei 58...
31/03/2014 @ 12:06:26
Di Gonnos Sport 2010





29/09/2021 @ 03:09:19
script eseguito in 94 ms



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo blog rappresentano l'opinione personale dell'autore. I commenti sono di proprietà e sotto la responsabilità dei rispettivi autori e non rappresentano il punto di vista dell’autore. Le immagini presenti in questo blog, tranne dove diversamente specificato, sono tratte da internet, sono perciò intese di pubblico dominio. Le immagini che eventualmente risultassero ledere altrui diritti verranno prontamente rimosse a seguito di una segnalazione all'autore.