Gonnostramatza _ Il blog de SuTramatzesu

 

Ci sono 385 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Qual’é la musica preferita dai tramatzesi?

 Rock
 Disco
 Metal
 Pop
 Rap
 House
 Classica
 Jazz
 Folk
 Altro

 

\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di MisterBlog (del 30/03/2009 @ 12:40:05, in Racconti, linkato 1279 volte)
 

In questo post, Vi segnaliamo con piacere, l’intervista dedicata dal portale Sardegna Digital Library ad una “nonnina” tramatzese: Onnis Zita. Un racconto filmato ( .. è stato registrato alcuni mesi fa a Gonnostramatza ) nel quale, citando la descrizione che accompagna il video, " La signora Zita Onnis torna indietro con la memoria agli anni dell'infanzia, raccontando della sua famiglia, delle difficoltà legate ai tempi e dell'educazione ricevuta. Ci intrattiene infine illustrando i riti e le pratiche religiose relative alle feste popolari locali". Ringraziamo lo staff della Digital Library della Regione Sardegna per averci permesso di riproporre il contributo filmato sul nostro Blog e consigliamo a tutti i nostri lettori di visitare il sito www.sardegnadigitallibrary.it , un ottimo progetto che "si propone di rappresentare e documentare la nostra Isola nei suoi molteplici aspetti culturali, storici, artistici, paesaggistici e ambientali, attraverso una memoria digitale".

Il Video:

 


 

Materiale tratto da www.sardegnadigitallibrary.it

Autore: Collu Cecilia .

Editore: Regione Autonoma della Sardegna.

Link risorsa: http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.php?xsl=626&id=198684

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 26/03/2009 @ 21:50:43, in La tua storia, linkato 1008 volte)

 

Sono qui... in Svezia. Il secondo contributo di un tramatzese che ci scrive dall'estero. Paolo Abis invia il suo saluto a SuTramatzesu ....  Un grazie da parte dello staff.....

Leggi e vedi il suo messaggio...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di ilbottigliaro (del 18/03/2009 @ 21:21:08, in Eventi, linkato 1206 volte)

MOVE THE BOX

Una Scatola che gira, si muove, stupisce, attrae…
Probabilmente non ne avrei saputo nulla …. o quasi, ma anche Gonnostramatza è stata interessata dal passaggio di questa scatola avvolta nel mistero di un viaggio iniziato oramai da ben due mesi.
Il 12 marzo MOVE THE BOX in persona, lascia un messaggio proprio qui’ nel nostro BLOG.

Una, due, tre…dieci cento scatole. Sono state trovate su una panchina a Baradili, alla fermata dell’autobus di Curcuris, in mezzo ad una piazza a Nureci, e sui bordi delle strade di tutta la Marmilla e non solo. Ma cosa c’è dentro la scatola?
E tu? Hai trovato la tua scatola?
Quando vedrai la grande scatola che percorrerà le vie dei paesi della Marmilla seguila. Ti condurrà fino a Villaverde dove potrai svelare il mistero.
MOVE THE BOX Sabato 14 marzo alle 19:00 all’ingesso di Villaverde (OR). Ti aspettiamo " .

Accidenti !!!!! Proprio mentre qualcuno di loro posizionava una scatola sulla pietra “BENVENUTI A GONNOSTRAMATZA “ , io ero intento a filmare e fotografare la LUNA PIENA in quel del mio paesello .. ( istantanee di MRATZU e' in fase di incubazione...... )
In quegli attimi, mi è sembrato di intravedere sul prato un qualcosa, ma non mi sono fermato.
La mattina seguente non mi perdo d’animo e decido di avventurarmi per il paese alla ricerca della scatola…
MOVE THE BOX tornera’ sul BLOG scrivendo “ dai ilbottigliaro, segui la SCATOLA!!!! "
A questo punto la sfida e’ aperta, coinvolgo i miei figli e finalmente le troviamo, 4 gia’ aperte e senza contenuto e una con dentro una foto, alcuni depliant e un foglietto con su scritto:
Conserva questa scatola riempila della tua fantasia e portala il 14 a Villaverde.”

Sono gia’ dentro la scatola e non posso che seguirla.

La curiosità con la quale giungo a Villaverde, aumenta già all’ ingresso del paese nel quale incontro scatole disseminate qua e la’ … per le vie… Infine in una piazza, la sorpresa più grande: Una scatola GIGANTESCA.
Capisco che quello sarà il punto di partenza del nostro viaggio… un corteo che si muoverà fino all’altro capo del paese…. Ma aspettiamo ancora ignari e non vediamo l’ora di scoprire come si concludera’ il “GIOCO”.
Si parte, la SCATOLA GIGANTE si muove e tutti in fila dietro di lei… alcune ragazze, con un costume particolare e accurato, posizionano scatole lungo la via delimitando il percorso… si arriva nei pressi di una edificio che ben presto si illumina di luci colorate , fumo e MUSICA.. un’atmosfera particolare che rende il tutto molto EVOCATIVO…
Alcuni Attori ci invitano ad entrare dentro quella struttura che in seguito si rivelera’ LA SCATOLA MAGICA (… quasi FIABESCA ).

All’interno visitiamo le stanze e veniamo coinvolti , complici altre comparse in costume, in alcune esibizioni ,MUSICALI, TEATRALI, fotografiche e Artistiche.
Non c’e’ dubbio siamo proprio dentro “THE BOX “ … un edificio che in passato era un EX Orfanotrofio, e che verra’ ristrutturato e riqualificato grazie ad un’investimento Regionale concesso al CONSORZIO DUE GIARE, per diventare un centro di produzione CULTURALE…

Questo e’ solo l’inizio e l’IDEA tramite la quale siamo stati trascinati dentro la scatola e’ stata FANTASTICA,ci auguriamo tutti un BUON FUTURO pieno di ARTE e CULTURA.

Il Bottigliaro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di ilbottigliaro (del 15/03/2009 @ 17:33:57, in Teatro, linkato 1311 volte)

Attivita’ Teatrale a Gonnostramatza

Freddo e gelo vento neve e pioggia come possono fermare coloro che come tradizione vuole si mascherano inscenando antichi RITI SACRI o PAGANI proprio per scacciare l’INVERNO aprendo le porte alla PRIMAVERA???

Il CARNEVALE veniva sicuramente festeggiato in tutti i paesi della Sardegna con questo unico intento.
Anche a Gonnostramatza molto probabilmente ma per me sin dalla mia infanzia, il Carnevale ha rappresentato un altro tipo di Maschere e Costumi,
o meglio il luogo delle rappresentazioni, era per me un luogo diverso e dal fascino irresistibile: il TEATRO.
Forse perche’ ricordo che gia’ da quando ero molto piccolo in occasione del carnevale assistetti ad una “ RECITA “ nella quale si esibivano gli attori TRAMATZESI piu’ BRAVi di quel periodo, Giuseppe ABIS (PEPPI SATIZZU ) e la sorella MARIA GRAZIA , Massimo Atzeni (MAXIMMINU MRAJAI).
O meglio,questi sono coloro che per primi mi ritornano alla mente forse perche’ mi hanno trasmesso quel qualcosa che mi fara’ amare il TEATRO e la RECITAZIONE.
Credo che in quelli anni siano stati pochi i piccoli paesi  che  avessero una sala cinematografica   con un ampio palcoscenico dove poter rappresentare  farse e commedie ed e' proprio la  visione dei primi film in quella sala ad  incuriosirmi .
Ma e' l'assistere allo spettacolo teatrale sopraindicato   che mi da' la scossa, mi  spinge a  ragionare su come si possa stare su di un palco da Timido di fronte  a  tanta gente   a recitare, Emozionarsi ed Emozionare.
All'eta di 13 anni  vengo invitato da Gustavo Abis a far parte di una compagnia teatrale, vista la mia Grande timidezza questo impegno mi spaventa, ma mi affascina piu’ di ogni altra cosa.
Nella realtà invece   i piccoli ruoli  iniziali e la  vita di gruppo l'adrenalina che ti aiuta  a superare la PAURA di esibirti fuori dalle mura domestiche           inizia  a   piacermi e  a  portarmi davvero in altre dimensioni  il palco diventa la mia stanza preferita e  mi sento a mio agio  pian piano imparo  a sentire   e  gestire la presenza degli spettatori  .
Con il tempo  capisco che e' solo l'interpretazione  della  realta' e imparo a controllare le Emozioni e a meravigliarmi ogni volta che sento una sensazione  diversa  cercando di trasmetterla al pubblico.
Insomma  mi lascio andare, ma il batticuore    e la botta  di adrenalina   non e' mai venuta  meno  la compagnia subira' tante trasformazioni e cambi   di organico,dopo Gustavo coordinera’ il Gruppo Giantonio Atzei e Peppe Tuveri, a seguire per un breve periodo se ne occupera’ Don PINNA che rivitalizzera’ la compagnia.
Negli anni '90  a coordinare i ragazzi   e le ragazze saremo io e Ulisse Sebis, il compito di preparare i bambini invece e’ di Rosaria Orgiu. In questi ultimi anni si aggiungeranno altri coordinatori Paolo Manconi , Simonetta Abis e ancora Peppe, Ulisse ed io.
In questi 34  anni abbiamo messo in scena soprattutto farse dialettali scritte da  Antonio  Garau,  Abramo Garau, Don Fresia, Giuseppe Tuveri    e da  altri scrittori Sardi  meno noti.
La prima parte davvero importante,     quella  che  mi ha fatto prendere coscienza del fatto che  il palcoscenico puo' essere tutto  e niente  ma che  posso  sentire  come la stanza nella  quale  giocavo a recitare  da  bambino      e'  stata  quella di GERVASIO  nella  commedia     ZIU  PADDORI 
A coordinarci fu Peppe .
  E' nell'interpretare  quella parte  che  per la prima  volta  ho oltrepassato il confine  trovandomi davvero in un'altra  dimensione     Trasposizione   dalla  realta'  al palcoscenico sentita  e  vissuta  trasmessa e  come  un flusso  Emozionale  ritrasmessa  dallo spettatore        appagante  ed  entusiasmante   diventera' ben  presto  necessita'.
In quella farsa Massimo, Ulisse, Paolo e Ireneo furono gli altri interpreti.
Fù un Successo!!!! Purtroppo non siamo piu’ riusciti a preparare commedie di quella entita’.
Con alcuni   dei miei  compagni di  avventura  ci  spingiamo ben presto  anche in territori  diversi   e talvolta  scritti  da noi ,  gags  strapparisata  e  scenette  comiche  nelle  quali faccio volentieri la  spalla  del  comico ( ULISSE ) .
In questa  fantastica  avventura  mi hanno  accompagnato soprattutto Gustavo- - Giuseppe - - Giantonio - -Don Pinna-  e Ulisse   

Ho raccontato la mia esperienza anche perche’ avrei piacere di leggere anche quella di tuttie le persone che hanno avuto questa esperienza …… se lo vorranno anche solo con un piccolo commento. Ma anche in questo caso mi piacerebbe tornare indietro nel tempo, per capire se a Gonnostramatza c’e’ stata davvero una grande passione per il TEATRO e le commedie dialettali e a quando risalgono le prime rappresentazioni.

Vi lascio con un video che raggruppa alcuni momenti della nostra avventura TEATRALE TRAMATZESE, un’attivita’ che coinvolgera’ diverse generazioni ,possiamo benissimo dire che a Gonnostramatza coloro che non hanno calpestato, anche se per poco, le assi del Palcoscenico, sono davvero pochi.

Il Bottigliaro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (12)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Le Sorelle Lumière (del 15/03/2009 @ 08:48:02, in Cinema, linkato 962 volte)

" E' il 28 dicembre del 1895, nel salone indiano del Grand Cafè del Boulevard Des Capucines a Parigi, i 33 invitati dei fratelli Lumière stanno per assistere ad uno spettacolo straordinario.
Su di un piccolo schermo, una fotografia appena proiettata si anima all'improvviso: carrozze, cavalli, passanti cominciano a muoversi, un intera strada prende vita. E' nato il cinema!!! "
Sono passati più di cento anni da quel memorabile giorno, ma la passione per il cinema non si affievolisce con il passare del tempo, anzi per quanto riguarda noi, le tramatzesi Sorelle Lumière, con il passare degli anni è aumentata. Una passione nata nei lontani anni settanta, nel piccolo cinema parrocchiale di Gonnostramatza, con le mitiche proiezioni di film come "Altrimenti ci arrabbiamo" o "Il maggiolino tutto matto"
Beh cari amici tramatzesi e non, è proprio un pizzico di questa nostra grande passione che cercheremo di trasmettervi attraverso questa rubrica cinefila. Parleremo con voi di cinema a 360 gradi, consigliandovi o sconsigliandovi i film in programmazione nelle sale o ricordando le vecchie ma indimenticabili pellicole che hanno fatto la storia del cinema.. Tutto questo perchè, come osava dire il grande regista Federico Fellini:
il cinema è il modo più diretto per entrare in competizione con Dio...
Le sorelle Lumière

Giulia non esce la sera

Scheda Film:

Regia: Giuseppe Piccioni

Con: Jacopo Bicocchi - Jacopo Domenicucci - Sonia Bergamasco - Valeria Golino - Valerio Mastandrea

Genere: Drammatico

Trama: Guido è uno scrittore di successo, con il suo ultimo libro è entrato nella cinquina dei finalisti di un prestigioso premio letterario. Mentre è alle prese con gli impegni che la candidatura del suo romanzo comporta, inizia a frequentare una piscina e decide di imparare a nuotare, realizzando così un desiderio che coltivava da tempo. Lì incontra Giulia, una donna molto affascinante, soprattutto quando è nel suo elemento: l'acqua. Tra Guido e Giulia nasce una relazione che da subito però rivela delle zone d'ombra. Perchè Giulia nasconde un segreto, e un passato misterioso.

Il titolo è veramente brutto, però c'è lo straordinario Mastrandrea, le stupende idee visive di Luca Bigazzi e la musica porta la firma nientemeno che dei Baustelle, ma soprattutto è un film italiano che non è una commedia giovanilistica, nè un cinepanettone, nè  un cineombrellone, nè un cinecazzatone. Noi già  per questo vi consigliamo di andare a vederlo...

Buon divertimento,

Le sorelle Lumière

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Miss Fantasy (del 13/03/2009 @ 19:16:56, in Libri, linkato 1189 volte)

I (s)consigli letterari di Miss Fantasy.

Salve a tutti,
in questi mesi, ho avuto modo di ricevere molte segnalazioni da parte dei nostri lettori ( e per questo li ringrazio..) riguardanti diverse ed interessanti letture.
Oggi, ho così pensato di proporVi il post inviatomi da Maurizio Medda sul libro: "SERZELA - LA SCOMPARSA DI UN VILLAGGIO SARDO DEL SETTECENTO".
Un libro che con curiosità ho letto e trovato davvero interessante. Con piacere, lo ripropongo a tutti Voi ...

Kara Miss Fantasy, approfitto della sua rubrica culturale per consigliare un interessantissimo libro che credo riguardi molto da vicino tutti i tramatzesi e non, che ci seguono in questo blog.
Si tratta di un saggio dall’emblematico titolo “SERZELA-LA SCOMPARSA DI UN VILLAGGIO SARDO DEL SETTECENTO”.
E’ stato pubblicato dalla CUEC nel dicembre del 2003.
L’autore è il cagliaritano Claudio Ronziti, laureato in lettere moderne e specializzato in Studi Sardi, che nel tempo libero coltiva interessi storico geografici per la Sardegna. Io ve lo consiglio spassionatamente, perché credo che aiuterà tutti i tramatzesi e non, a conoscere meglio la propria storia e le proprie origini.
"………il 31 maggio 1775, considerato che la popolazione del villaggio di Sèrzela si era ridotta a soli 25 abitanti, il Vicario generale Decano Don Pedro Meloni ordinò al rettore Uccheddu, quale delegato della Curia, di recarsi a Sèrzela per celebrarvi la Santa Messa, togliere da quel tabernacolo il Santissimo Sacramento, e consumarlo nella stessa messa; ritirare gli Olii Santi, e considerare quel paese cancellato dal numero delle parrocchie.
Ciò fu effettuato il 16 giugno 1775; gli arredi furono consegnati al parroco di Sardara, e la chiesa restò come cappella campestre di Gonnostramatza per la celebrazione annuale della festa di San Paolo……… "

di Maurizio Medda

 

Come sempre buona lettura a tutti...

Miss Fantasy

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di ilbottigliaro (del 09/03/2009 @ 22:25:00, in Istantanee_Tramatzesi, linkato 1101 volte)

 

Eccomi ad illustrarvi   le istantanee  TRAMATZESI del mese di Febbraio. Con molta curiosita’  cerco di immortalare cio’ che riesco a scorgere di nuovo e  importante.. Le prime avvisaglie della primavera e gli  ultimi freddi dell’Inverno si sovrappongono e si  intarsiano come un balletto mettendo in mostra i primi frutti e fiori.  Il carnevale in maschera  che ritorna puntuale E il gregge che ogni giorno percorre i soliti sentieri spero di far cosa  gradita e di trasmettervi cio’ che sento nell’immortalare il ciclo dei  giorni TRAMATZESI.

Dedicato, ovviamente  a tutti i TRAMATZESI  che  sono  lontani da queste  brezze.


Nuisi , nuisi e torranta nuisi currinti e giranta...Cambianta cabori murrasa e nieddasa e ghettanta
M’arribada ancora su sabori de custu Friaju
chi non s’esti fattu mancai nudda..Tempu mau e tempu bellu tempu de festa e tempu de Jerru
E no funti bastadasa is mascheras po’ ci du bogai.
Landireddu,cibixia,bentu fotti e fastidiosu,nì,arrosu mascu,araxi frida de tramuntana,acqua e ummididadi,nì scallada e bentufuriosu.
Seu aspettendi su beranu e ci bollu bogai su friusu M’incantu a castiai su chi s’incarada a sa luxi
Su cappedd’e muru e’ unu de is primus ...Agattada sempri unu ladri aundi cresci
E poi su pizzuadroju e su travullu in frori..grogu commenti a sa zippua
su pirastu e su coravigu..Su sparau e’ bessìu e su sobi s’e’ cuau
In su sattu seu cicchendi e su tallu appu appubau.
Is Pisittus in crabettura funti amoreggiendi.
E su tramatzu est’ancora spollau.

Ma s’araxi frida chi arribada de su Gennargentu e de is montis de Biddaxidru
faidi tremmi finzas is ‘imbriagus de su Crannovalli
Sa circhiolla est bessida e crasi faidi torra tempus bellu
A su chizzi is fummaious boganta sa lingua
E is enadroxus ghiacciaus parrint operas de manus nodidas
Sa beccittedda cun su sciallu
E’ bessìda po’ ci bogài a Canciofalli
Ma nò d’anti donau binu bellu e di funti abarrausu is su striorisi.

Mratzu est’arribendi , du intendu e seu siguru atras nuis ant’ a torrai luegu.

*
Nubi ,nubi e ritornano nubi corrono e girano
Cambiano colore grigie e nere e gettano
Mi arriva ancora il sapore di questo Febbraio che non si è fatto mancare niente
Tempo cattivo e tempo bello tempo di festa e tempo d’Inverno
E non sono bastate le Maschere per cacciarlo
Grandine , brina, vento forte e fastidioso, neve, rugiada,
brezza fredda di tramontana, pioggia e umidità ,neve sciolta e vento furioso.
Sto’ aspettando la PRIMAVERA e voglio scacciare il freddo
M’incanto a guardare ciò’ che vede la luce per la prima volta
L’ombelico di Venere è uno dei primi
Trova sempre un mattone crudo e umido dove crescere
E poi l’ortica e il trifoglio in fiore
giallo come le ZEPPOLE
il pero selvatico e il biancospino
l’Asparago e’ spuntato e il sole si è nascosto
nelle campagne stò cercando e il gregge ho intravisto
i Gatti sul tetto amoreggiano

e il TAMERICIO e’ ancora spoglio.
Ma la brezza fredda che arriva dal GENNARGENTU e dai monti di Villacidro
Fa’ tremare persino i Baccanti del CARNEVALE
L’ARCOBALENO e’ apparso e domani tornera’ il bel tempo
Al mattino presto i comignoli fanno la lingua
E le pozzanghere ghiacciate sembrano opere di mani IMPORTANTI
La VECCHIETTA con lo scialle
E’ uscita per scacciare il CARNEVALE
Ma non gli e’ stato offerto vino buono e gli son rimasti i brividi di freddo.

Marzo sta’ per arrivare, lo sento e sono sicuro,altre nubi torneranno presto.

Il Bottigliaro

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (13)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Maucheddu (del 08/03/2009 @ 11:38:34, in Cucina, linkato 1209 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni…
Oggi Vi presento un' altro piatto semplice e adatto a questa stagione:

Farfalle con Asparagi

Farfalle con Asparagi.


Portata: Primo.
Ricetta per persone: 4
Tempo di cottura: 15-20 minuti.

Ingredienti:

* 300 gr. di Farfalle.
* 500 gr. Asparagi.
* 300 gr. di pomodori.
* 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.
* 1 spicchio di aglio.
* ½ peperoncino.
* 1 cucchiaio di panna da cucina, parmigiano e sale.

Mondare gli asparagi, lavare in acqua fredda corrente, tagliare le punte e cuocerle per un paio di minuti in poca acqua ( bollente e salata ) scolarle quando sono cotte ma ancora ben sode. Pulire i pomodori, tagliarli a metà, privarli dei semi, quindi tagliarli a pezzetti.

In una padella, scaldare l'olio e far rosolare l'aglio mondato e tagliato a metà assieme al peperoncino sbriciolato. Unirvi gli asparagi e i pomodori, salare e portare a cottura.

Nel frattempo, cuocere le farfalle in acqua salata bollente e scolare al dente. Unite al condimento un cucchiaio di panna, aggiungere quindi la pasta, rimestare bene per amalgamare i sapori, quindi servire subito con uno spruzzo di parmigiano .

Buon Appetito.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di ilbottigliaro (del 04/03/2009 @ 21:19:47, in Eventi, linkato 839 volte)

Carissimi Amici e Tramatzesi tutti, vicini e lontani, come promesso, questo post,  vuole essere un piccolo regalo ... I carnevali più belli e significativi della Sardegna.
A spasso in lungo e in largo alla ricerca delle tradizionali sfilate e giostre equestri più affascinanti, MASCHERE e colori per festeggiare la Primavera che arriva, sangue e Stelle come buon auspicio per un BUON raccolto,corse sfrenate per dimostrare la forza dell'uomo e i suoi CAVALLI in perfetta ARMONIA con MADRE TERRA.

BUONA VISIONE

Il Bottigliaro

 

Santu Lussurgiu Sa carrela 'e nanti 1998

 

Oristano - Sa Sartiglia

Mamoiada - Sfilate delle Maschere di Sardegna

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1

 

 


< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Articoli Scritti _ SuTramatzesu

Titolo
Album ricordi (2)
Associazioni (4)
Blog (33)
Cinema (4)
Cronaca (4)
Cucina (12)
Curiosità Tramatzesi (2)
Eventi (76)
Feste paesane (19)
Feste Religiose (6)
GonnosSport2010 (8)
Istantanee_Tramatzesi (11)
La tua storia (2)
Laboratorio Tramatzese (2)
Libri (9)
Musica Tramatzese (1)
News (31)
Opere (1)
Personaggi (4)
Racconti (4)
Santi Tramatzesi (1)
Sondaggi (6)
Sondaggio (1)
Sport (5)
Stagioni_Tramatzesi (1)
Storia (1)
SuBixinau (5)
SuTramatzesuèqui (2)
Teatro (5)
Tradizioni Tramatzesi (1)
Tramatzesi (1)
Tramatzesi around the World (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
In termini di Basket...
27/04/2014 @ 13:44:53
Di Gonnos Sport 2010
A pabillonis il risu...
14/04/2014 @ 15:14:12
Di Gonnos Sport 2010
Seconda partita di f...
13/04/2014 @ 12:24:08
Di Gonnos Sport 2010
Partita difficile pe...
07/04/2014 @ 12:49:17
Di Gonnos Sport 2010
Oggi alle ore 16, il...
05/04/2014 @ 11:49:26
Di Gonnos Sport 2010
CLASSIFICA:Gergei 58...
31/03/2014 @ 12:06:26
Di Gonnos Sport 2010





29/09/2021 @ 03:51:51
script eseguito in 109 ms



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo blog rappresentano l'opinione personale dell'autore. I commenti sono di proprietà e sotto la responsabilità dei rispettivi autori e non rappresentano il punto di vista dell’autore. Le immagini presenti in questo blog, tranne dove diversamente specificato, sono tratte da internet, sono perciò intese di pubblico dominio. Le immagini che eventualmente risultassero ledere altrui diritti verranno prontamente rimosse a seguito di una segnalazione all'autore.