Gonnostramatza _ Il blog de SuTramatzesu

 

Ci sono 289 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Qual’é la musica preferita dai tramatzesi?

 Rock
 Disco
 Metal
 Pop
 Rap
 House
 Classica
 Jazz
 Folk
 Altro

 

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Swamii (del 12/02/2011 @ 09:21:08, in Cucina, linkato 1233 volte)

Eccomi di nuovo quà per presentarvi una ricetta di stagione semplice e veloce: Carciofi con patate.


Ingredienti per 4 persone:

5 carciofi
800 gr di patate
1 spicchio d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo
olio e sale q.b

Preparazione:

Pulire i carciofi e immergerli in una ciotola con acqua e succo di limone affinchè non diventino scuri.


Pelare le patate e tagliarle a tocchetti. Tritare aglio e prezzemolo.


In una padella versare l'olio e aggiungere i carciofi, le patate il prezzemolo e l'aglio con due bicchieri d'acqua.


Salare a piacere e servire caldi.

Buon Appetito!!

Swamii

 
Di Swamii (del 14/12/2010 @ 09:13:42, in Cucina, linkato 1203 volte)

Cari lettori, oggi Vi presento la ricetta della Polenta. "Un antichissimo piatto a base di farina di cereali, il quale, pur essendo conosciuto nelle sue diverse varianti pressoché sull'intero suolo italiano, ha costituito a lungo l'alimento base della dieta in molte regioni del Nord, nelle quali è tuttora piuttosto diffuso. La polenta di Sardegna, nota anche come "purenta", "pulenta" o "farru" (polenta di orzo), sarebbe nota sin dalla civiltà nuragica anche nella nostra regione. "

Ingredienti per sei persone:

Per il sugo:
2 barattoli di pelati
300 gr di salsiccia fresca sbriciolata
1 cipolla
1 carota
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
sale, olio e pepe.

Fate rosolare la carne con lo spicchio d'aglio, quindi aggiungervi il trito di cipolla carota prezzemolo.

Continuate a rosolare quindi aggiungere i pelati.

Salare, pepare e continuate la cottura a fuoco lento per circa due ore.

Preparazione della polenta:
* 2 litri d'acqua
* 500 gr polenta bramata
* Sale

Mettete l'acqua a bollire con il sale e prima che inizi il bollore versare a pioggia la polenta girando con una frusta per evitare che si formino grumi. Continuare a cuocere per circa 40/50 min a fuoco lento.

Buon appetito!!!

Swamii

 

 
Di Swamii (del 08/11/2010 @ 09:10:24, in Cucina, linkato 8523 volte)

Cinquant'anni fa il pane raffermo non si buttava nella famiglia contadina. Ma con l'aggiunta di un uovo e fritto era una leccornia per grandi e piccini. Vi presento la Ricetta de Su Pani Indorau...

Su Pani indorau

Ingredienti per 5 persone:
10 fette di pane raffermo tipo "civraxiu"
3 uova
mezzo litro di latte
olio per friggere

Tagliare il pane a fette non troppo sottili.

Sbattere le uova.

In una ciotola versare il latte. Inzuppare poi le fette di pane nel latte, subito dopo passarle nell'uovo sbattuto e friggere in abbondante olio caldo.

Lasciar dorare. Servire caldo.


Spolverizzare, a piacere, sale o zucchero.

Buon Appetito!!!

Swamii

 

 

 
Di Swamii (del 23/09/2010 @ 09:53:23, in Cucina, linkato 2715 volte)

Una tramatzesa in cucina tutti i giorni... (Swamii)

Cari amici, squadra che vince, si cambia lo stesso. Un’arrangiamento per il detto da sempre utilizzato nel mondo del calcio e che da oggi verrà rivisitato proprio da noi dello Staff, nonostante gli esaltanti campionati de Su Tramatzesu. Si cambia, anche perché la nostra campagna acquisti “SuTramatzesu Want You” procede alla grande, con numerose e-mail di adesione di tanti di voi, che vogliono far parte della squadra e giocare con noi, per assicurare un migliore e più stimolante campionato al nostro Blog. Nei giorni scorsi ha esordito in prima squadra il nostro nuovo acquisto “Puntera FiFi”, disputando un’ottima partita. Seguirà per noi il calcio tramatzese e le avventure della nuova Società Sportiva ASD Polisportiva GONNOS Sport 2010 (fusione tra le società di calcio di Gonnostramatza e Gonnoscodina).

Oggi ad esordire in campionato sarà la nostra straniera “Swamii”, futura punta di diamante della nostra squadra. Sostituirà l’anziano e acciaccato “Maucheddu” che ha deciso di appendere le scarpette al chiodo ritirandosi definitivamente dal calcio giocato. “Swamii” (che è un termine sanscrito che significa "maestro di sé stesso" ed ha una connotazione mista di profondo rispetto e intimità, venerazione e amore) ama tantissimo la cucina in genere, ma quella sarda in particolare e si è detta disponibile a trasmetterci questa sua grande passione, ricercando anche gli antichi sapori e rispolverando le vecchie ricette delle nonne.
Diamo il benvenuto a Swamii che seguirà per noi la rubrica “Una Tramatzesa in cucina tutti i giorni”.

Cari lettori,  con questa mia prima ricetta, entro anche io a far parte della famiglia de SuTramatzesu..  sono davvero molto felice di avere l' opportunità di poter condividere con tutti voi questa mia passione.... la cucina! Sarebbe altrettanto  bello riuscire ad interagire tra di noi con consigli, approfondimenti e proposte di nuove ricette etc..  così da poter  completare il più possibile i piatti che Vi proporrò.. quindi... che aspettate... fatevi avanti!!

Quella che vado a presentarvi oggi è la ricetta dei Moscardini  "a sa schiscionera" (al guazzetto) , un piatto a base di pesce facile e semplice da realizzare. Ecco a Voi come prepararlo....

Moscardini "a sa schiscionera" (al guazzetto)

Ingredienti:

* 500 gr di moscardini
* 3 pomodori maturi
* un ciuffetto di prezzemolo
* uno spicchio d'aglio
* Olio, Sale q.b. e peperoncino


Preparazione:

Prima di tutto, occorre pulire i moscardini. Spellare e affettare i pomodori, tritare il prezzemolo e l'aglio.

In una casseruola mettere l'olio con i pomodori tritati, il prezzemolo, aglio e peperoncino.

Far cuocere per 5 minuti e quindi aggiungere i moscardini. Salare a piacere e continuare la cottura con un coperchio per una buona mezz'ora. ( la cottura dipende da quanto sono teneri i moscardini)

Servire caldi.... e Buon Appetito !!

Swamii

 
Di Maucheddu (del 12/06/2010 @ 10:04:34, in Cucina, linkato 2348 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni...

Cari lettori,  la ricetta che oggi Vi proponiamo nasce dal dolce che la Proloco di Gonnostramatza oramai da 5 Edizioni presenta nella sagra paesana in occasione della Festa del Primo Maggio. Stiamo naturalmente parlando de "Su Gattou". Gli ingredienti principali di questo dolce sono le mandorle e lo zucchero. Un ringraziamento particolare al Comitato dell' Associazione Turistica Pro Loco Gonnostramatza ed alle persone che con loro hanno collaborato. Le immagini che avrete modo di vedere nella preparazione del dolce, sono state scattate in occasione della Festa del Primo Maggio 2010.

SU GATTOU

Ingredienti:

* 500 gr. di mandorle tostate
* 500gr. di zucchero
* 2 limoni
* Diavoletti (confettini multicolori), detti in sardo tragèa.
* Olio


Preparazione:

Prima di tutto, occorre preparare le mandorle le quali una volta pelate, dovranno essere tagliate a fettine non troppo sottili e quindi leggermente tostate. 

Mettete quindi un tegame sul fuoco molto basso, e versate lo zucchero. Mescolate fino a quando è tutto sciolto e dorato.

Aggiungete quindi un pò di limone precedentemente grattugiato e quindi continuate a mescolare bene.

A questo punto, inserite le mandorle.

Una volta che avete raggiunto un preparato omogeneo, versatelo quindi su un piano unto d'olio.

Servendovi di un limone, livellate il composto sino a quando raggiunge uno spessore di circa un centimetro.

Con un coltello unto d'olio, tagliate  la sfoglia di mandorle a rombi. 

Infine, adagiate i pezzi tagliati sopra le foglie di limone e decorate con il tragèa.

Alcune composizioni de Su Gattou per la Sagra del Primo Maggio.

Buon Appetito!!!

 
Di Maucheddu (del 28/03/2010 @ 12:15:32, in Cucina, linkato 6984 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni...

Cari lettori,  oggi Domenica delle Palme ha inizio la Settimana Santa, e per questo motivo, ho pensato di presentarvi il dolce tipico della Pasqua Tramatzese: le formagelle, altrimenti chiamate " Is Pardulas". L'ingrediente principale di questo dolce Pasquale è il formaggio pecorino fresco oppure la ricotta di pecora. In questo caso  abbiamo preferito la seconda dalla quale si ottiene un dolce più morbido.

IS PARDULAS (Formagelle di ricotta)

Ingredienti per la sfoglia:

* 500 gr. farina di granito
* 1/2 cucchiaio di strutto
* 1 pizzico di sale
* Acqua

Ingredienti per il ripieno:

* 1 Kg. Ricotta di Pecora
* 2 arance e 1 limone (da grattuggiare entrambi)
* Succo di 1/2 arancia
* 1/2 bicchiere di liquore
* 150 gr. di farina 00
* 200 gr. zucchero
* 1 bustina di lievito
* Zafferano
* 2 uova

Preparazione:

Preparate l'impasto per la sfoglia utilizzando la farina di granito, lo strutto, un pizzico di sale e l'acqua.

Lavorate sino ad ottenere un impasto liscio e quindi preparate la sfoglia che deve risultare non troppo spessa. Quando la pasta è morbida ed elastica, tirarla in sfoglie sottili.

Ora dedicatevi alla preparazione del ripieno. Procedete come segue: Settacciate la ricotta, aggiungete le arance ed il limone precedentemente grattugiati, lo zucchero e quindi le uova. Inserite all'interno dell'impasto, il succo di arancia, un pò di liquore, zafferano, la farina e quindi il lievito. Anche in questo caso, lavorate bene l'impasto.

Prendete ora la sfoglia, e create le forme sulle quali metterete una pallina di ripieno (poco più grande di una noce). Rialzate e ondulate l'orlo della sfoglia e chiudetelo intorno al ripieno con dei pizzichi in modo da dare ad ogni pardula la giusta forma.

Utilizzate una teglia nella quale adagiare is Pardulas, e quindi cuocete a forno già caldo a 200° per circa 30 minuti sin quando sono dorate.

Is Pardulas ora sono pronte... se desiderate anche decorarle, potete sciogliere un pò di miele a bagno maria e tramite un pennello distribuirlo sopra il dolce e quindi decorate con i diavoletti (confettini multicolori), detti in sardo tragèa.

 

Buon Appetito!!!

 
Di Maucheddu (del 02/02/2010 @ 17:26:27, in Cucina, linkato 33231 volte)

blog

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni...

Cari lettori..a pochi giorni dal Carnevale, mi sembrava opportuno presentarvi, in anticipo, la ricetta di un dolce che accompagnerà i nostri giorni di festa: "Is Para Frittus". In effetti, nel paese qualcuno già dopo la Festa di Sant'Antonio ha avuto il piacere di cucinare questo tipico dolce e così, ospitato dalla famiglia Tuveri con le sorelle Anna Lucia e Tonina e la mamma Matilde Medda, ho avuto modo di seguire per Voi la realizzazione de "Is Para Frittus" che oggi con piacere Vi propongo...

Come sempre... Buon Appetito!!!

Is "Para Frittus..."

Ingredienti:

* 1 Kg. di farina
* 1 limone gratuggiato
* 4 uova
* 1/2 litro di latte
* liquore o acquavite (un bicchierino)
* vanillina
* 75 gr. lievito di birra
* 200 gr. zucchero (per la preparazione)
* 100 gr. di strutto
* 300 gr. zucchero (per la decorazione finale)

dolce

Preparazione:

Utilizzate una terrina ed inseriteci dentro la farina, lo zucchero, il limone grattugiato, il rosso delle uova e quindi impastate con latte tiepido. La lavorazione deve avvenire con l'impasto un pò duro, aggiungete quindi piano piano lo strutto tiepido, il liquore e l'albume a neve precedentemente preparato.

dolce

Infine, dopo aver sciolto il lievito nel latte tiepido rimasto, aggiungete quest'ultimo all'impasto e continuate la lavorazione.Come risultato, dovrete ottenere un impasto liscio e non troppo morbido.

dolce

A questo punto, lasciate riposare.

dolce

Attendete sino a quando l'impasto ha raggiunto il doppio del suo volume.

dolce

Su un tavolo nel quale avete già spolverato un pò di farina, iniziate a posare le ciambelline create facendo attenzione a distanziarle un pochino l'una dalle altre.

dolce

dolce

dolce

Una volta che avete terminato l'impasto, dovete attendere nuovamente per la seconda fase di lievitazione.

dolce

In una padella d'olio non troppo caldo, iniziate a friggere le ciambelline e quindi cospargetele di zucchero..

dolce

dolce

dolce

dolce

dolce

Buon Appetito!!!

 
Di Maucheddu (del 21/10/2009 @ 09:31:40, in Cucina, linkato 18493 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni...

Cari lettori.. è oramai diverso tempo che non Vi scrivo, così visto che in questi giorni ho deciso di cucinare per alcuni amici un piatto semplice e veloce a base di pesce, Vi propongo la ricetta dell' Orata al cartoccio con contorno di patate...

 

Orata al cartoccio con contorno di patate

Portata: Secondo.
Ricetta per persone: 4-5
Tempo di cottura: 30-40 minuti circa.

Ingredienti:

* 4 Orate
* 600 gr. patate.
* 2 pomodori secchi
* 1 spicchio di aglio.
* prezzemolo, sale, olio e pepe.

Preparazione:

Squamate l'orata, estraete le interiora praticando un piccolo taglio sul ventre, togliete le branchie, lavate il pesce e asciugatelo bene.

Sbucciare quindi le patate, tagliarle a fette non troppo grosse, metterle in acqua.

Preparate un trito di aglio, prezzemolo, pomodori secchi, olio e pepe ( quest'ultimo a piacere..). Una volta pronto, inserite un pò di questo trito nel ventre di ciascuna orata e ricordate di lasciarne un pò per la parte finale.

Preparate una teglia che coprirete con un foglio di carta forno lungo più del doppio della teglia, in modo da poterlo poi piegare a metà per ricoprire il tutto.

Distribuite nel fondo un pò di olio e quindi le patate aggiungendo anche un pò di sale. A questo punto, adagiate l'orata nella teglia e finite di distribuire il trito rimasto sopra di esse e sopra le patate.

Dopo aver aggiunto i condimenti , si prendono i lati della carta forno e li si ripiega sull' alimento fino a far combaciare i bordi. Accendere dunque il forno ed attendere che la temperatura all'interno raggiunga i 180-200°. Porre il cartoccio all' interno del forno e mantenerlo per una durata pari a 30-40 minuti. Una volta pronto, posizionate il cartoccio su un piatto e tagliate l'involucro sul lato superiore con un paio di forbici. Servite a tavola e naturalmente, come sempre....

 

Buon Appetito.

 
Di Maucheddu (del 03/05/2009 @ 11:08:14, in Cucina , linkato 13431 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni…

Dalla tradizione della nostra terra, Vi propongo oggi l' agnello con i cardi selvatici... provate questa ricetta e poi fatemi sapere.... possibili varianti sono sempre ben accette...

Agnello con cardi selvatici

Portata: Secondo.
Ricetta per persone: 4-5
Tempo di cottura: 1 ora circa.

Ingredienti:

* 1 Kg carne agnello.
* 5 cardi selvatici.
* 50 gr. lardo di maiale
* 1/4 di cipolla.
* 1 spicchio di aglio.
* 1 pomodoro secco.
* prezzemolo, sale e pepe.

Partiamo con la preparazione dei cardi, ripuliti di spine e pellicola, tagliateli e versateli in un recipiente con acqua e succo di limone. In un tegame, possibilmente in alluminio, fate sciogliere il lardo. Introducete quindi l'agnello tagliato a tocchi non troppo piccoli, fatelo rosolare bene aggiungendo uno spicchio di aglio. Una volta che la carne risulta ben dorata, aggiungere il trito di cipolla, pomodoro secco, prezzemolo e quindi rimestare bene. Salare e pepare a piacere. Aggiungete un pò d' acqua e fate cuocere la carne a fuoco lento  mettendo il coperchio alla pentola. A metà cottura, aggiungere infine i cardi e lasciar cuocere. Al termine , spruzzate il tutto con un pò di prezzemelo e servite a tavola.

Buon Appetito.

 
Di Maucheddu (del 08/03/2009 @ 11:38:34, in Cucina, linkato 1209 volte)

Unu tramatzesu in cucina tutti i giorni…
Oggi Vi presento un' altro piatto semplice e adatto a questa stagione:

Farfalle con Asparagi

Farfalle con Asparagi.


Portata: Primo.
Ricetta per persone: 4
Tempo di cottura: 15-20 minuti.

Ingredienti:

* 300 gr. di Farfalle.
* 500 gr. Asparagi.
* 300 gr. di pomodori.
* 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.
* 1 spicchio di aglio.
* ½ peperoncino.
* 1 cucchiaio di panna da cucina, parmigiano e sale.

Mondare gli asparagi, lavare in acqua fredda corrente, tagliare le punte e cuocerle per un paio di minuti in poca acqua ( bollente e salata ) scolarle quando sono cotte ma ancora ben sode. Pulire i pomodori, tagliarli a metà, privarli dei semi, quindi tagliarli a pezzetti.

In una padella, scaldare l'olio e far rosolare l'aglio mondato e tagliato a metà assieme al peperoncino sbriciolato. Unirvi gli asparagi e i pomodori, salare e portare a cottura.

Nel frattempo, cuocere le farfalle in acqua salata bollente e scolare al dente. Unite al condimento un cucchiaio di panna, aggiungere quindi la pasta, rimestare bene per amalgamare i sapori, quindi servire subito con uno spruzzo di parmigiano .

Buon Appetito.

 
Pagine: 1 2

 

 


< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Articoli Scritti _ SuTramatzesu

Titolo
Album ricordi (2)
Associazioni (4)
Blog (33)
Cinema (4)
Cronaca (4)
Cucina (12)
Curiosità Tramatzesi (2)
Eventi (76)
Feste paesane (19)
Feste Religiose (6)
GonnosSport2010 (8)
Istantanee_Tramatzesi (11)
La tua storia (2)
Laboratorio Tramatzese (2)
Libri (9)
Musica Tramatzese (1)
News (31)
Opere (1)
Personaggi (4)
Racconti (4)
Santi Tramatzesi (1)
Sondaggi (6)
Sondaggio (1)
Sport (5)
Stagioni_Tramatzesi (1)
Storia (1)
SuBixinau (5)
SuTramatzesuèqui (2)
Teatro (5)
Tradizioni Tramatzesi (1)
Tramatzesi (1)
Tramatzesi around the World (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
In termini di Basket...
27/04/2014 @ 13:44:53
Di Gonnos Sport 2010
A pabillonis il risu...
14/04/2014 @ 15:14:12
Di Gonnos Sport 2010
Seconda partita di f...
13/04/2014 @ 12:24:08
Di Gonnos Sport 2010
Partita difficile pe...
07/04/2014 @ 12:49:17
Di Gonnos Sport 2010
Oggi alle ore 16, il...
05/04/2014 @ 11:49:26
Di Gonnos Sport 2010
CLASSIFICA:Gergei 58...
31/03/2014 @ 12:06:26
Di Gonnos Sport 2010





29/09/2021 @ 03:03:16
script eseguito in 93 ms



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo blog rappresentano l'opinione personale dell'autore. I commenti sono di proprietà e sotto la responsabilità dei rispettivi autori e non rappresentano il punto di vista dell’autore. Le immagini presenti in questo blog, tranne dove diversamente specificato, sono tratte da internet, sono perciò intese di pubblico dominio. Le immagini che eventualmente risultassero ledere altrui diritti verranno prontamente rimosse a seguito di una segnalazione all'autore.