Gonnostramatza _ Il blog de SuTramatzesu

 

Ci sono 186 persone collegate

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Qual’é la musica preferita dai tramatzesi?

 Rock
 Disco
 Metal
 Pop
 Rap
 House
 Classica
 Jazz
 Folk
 Altro

 

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Dottor Sagamentu (del 30/12/2010 @ 19:42:27, in Blog, linkato 2125 volte)

I tramatzesi del ’60…

Il compimento del cinquantesimo anno di età costituisce un significativo traguardo nella vita di ogni individuo, meritevole di essere riconosciuto e celebrato … Così, dodici "vecchi" ragazzi del '60, si sono ritrovati a Gonnostramatza il 29 di dicembre per festeggiare i loro cinquant'anni e per tornare indietro con la mente ai tempi della scuola e dei momenti felici vissuti nel loro paese.

Avrebbero dovuto essere in ventotto, tanti infatti risultano i tramatzesi nati in quell’anno, ma si sa che non è facile far combaciare gli impegni di tutti e nonostante tutte le difficoltà organizzative, grazie alla caparbietà e all’intraprendenza di Franca Concu si è riusciti nell’intento, coinvolgendo anche i tre tramatzesi non più residenti in paese: Alessandro Mongili, Roberto Dore e Sergio Atzeni, che non sono voluti mancare allo indimenticabile raduno.

I festeggiati, emozionati come scolaretti al loro primo giorno di scuola, e le loro famiglie si sono ritrovati alle 11 nella Chiesa di San Michele Arcangelo, dove il parroco Don Tuveri ha officiato in loro onore una emozionante messa. I festeggiamenti sono proseguiti al ristorante Taraxi di Masullas dove tra una portata e una bevuta, sono riaffiorati spontaneamente i tanti ricordi legati soprattutto al periodo della infanzia e della giovinezza trascorsa insieme, con tanti pensieri positivi, da cui sono emersi stati d’animo, speranze e timori su cui si è riflettuto e sorriso insieme.

Ci si è congedati con la commovente consegna di una pergamena ricordo, a cui ha fatto seguito l’emozionante soffio delle cinquanta candeline accompagnato dal divertente brindisi e dal giocoso e fragoroso scoppio di improvvisati fuochi d’artificio, per chiudere una bella giornata in allegria da replicare più spesso nei prossimi anni anche se, comunque, l’appuntamento più importante è stato fissato da uno degli organizzatori “Toni Il Bottigliaro” nel dicembre del 2060, avete letto bene 2060, e … guai a chi manca!
Dottor Sagamentu

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (8)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 16/12/2010 @ 09:05:57, in Eventi, linkato 1305 volte)

Cari lettori, è stato presentato in questi giorni il programma delle manifestazioni relative alle festività Natalizie 2010 che si terranno a Gonnostramatza a partire da Lunedì 20 Dicembre sino a Giovedì 6 Gennaio 2011. Questi gli appuntamenti previsti dall' Amministrazione Comunale in collaborazione con la Pro-Loco, la sezione A.V.I.S., l’A.S.D. Riu Mannu, il Circolo-Oratorio “San Luigi” e la partecipazione degli operatori del Centro di Aggregazione Sociale:

Lunedì 20 Dicembre
Ore 17,30: Novena
Ore 18,15: Concerto di Natale in Chiesa
Coro Polifonico “P. Da Palestrina” Cattedrale di Ales
Col Patrocinio della Provincia di Oristano

Giovedì 23 Dicembre
Inizio visite Mostra-Concorso Presepi e addobbi 2010
Ore 15,30 – “Aspettando il Natale”
Dedicato a Mamme e Bambini
Ore 17,30 – Novena
Ore 18,00 – Babbo Natale incontra i piccoli
Intermezzi con musiche tradizionali Launeddas e Organetto
Scambio auguri con brindisi e panettone
Tombolata aperta a tutti

Giovedì 6 Gennaio
Ore 15,30 – Canti Natalizi “Christmas’ Song”
Ore 17,00 – La Befana incontra i piccoli
Percorso di visita ai presepi e addobbi e premiazioni
Ore 18,30 – Caldarroste e rinfresco
… E, all’improvviso…. Karaoke …

Video - Festività Natalizie 2010


Presepi e Addobbi - Natale 2010

 

 

Aspettando il Natale... 2010

20 Dicembre _ Concerto di Natale (ilbottigliaro)



Articolo (p)Link Commenti Commenti (10)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Swamii (del 14/12/2010 @ 09:13:42, in Cucina, linkato 1265 volte)

Cari lettori, oggi Vi presento la ricetta della Polenta. "Un antichissimo piatto a base di farina di cereali, il quale, pur essendo conosciuto nelle sue diverse varianti pressoché sull'intero suolo italiano, ha costituito a lungo l'alimento base della dieta in molte regioni del Nord, nelle quali è tuttora piuttosto diffuso. La polenta di Sardegna, nota anche come "purenta", "pulenta" o "farru" (polenta di orzo), sarebbe nota sin dalla civiltà nuragica anche nella nostra regione. "

Ingredienti per sei persone:

Per il sugo:
2 barattoli di pelati
300 gr di salsiccia fresca sbriciolata
1 cipolla
1 carota
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
sale, olio e pepe.

Fate rosolare la carne con lo spicchio d'aglio, quindi aggiungervi il trito di cipolla carota prezzemolo.

Continuate a rosolare quindi aggiungere i pelati.

Salare, pepare e continuate la cottura a fuoco lento per circa due ore.

Preparazione della polenta:
* 2 litri d'acqua
* 500 gr polenta bramata
* Sale

Mettete l'acqua a bollire con il sale e prima che inizi il bollore versare a pioggia la polenta girando con una frusta per evitare che si formino grumi. Continuare a cuocere per circa 40/50 min a fuoco lento.

Buon appetito!!!

Swamii

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Staff SuTramatzesu (del 10/12/2010 @ 10:03:51, in Cronaca, linkato 1193 volte)

Se n’è andata Tzia Gennesia, la nonnina tramatzese

Il nostro pensiero più caro oggi è rivolto a Ernesia Paulis, la nonnina tramatzese, che ieri all'età di 105 anni se n’è andata… dopo aver toccato ben due secoli. Il suo ricordo vivrà certamente nella memoria di tutti noi. L'affetto della famiglia è stato decisivo nell’aiutarla a superare i problemi e ad arrivare alla sua veneranda età, conservando la lucidità e la serenità abituali fino all'ultimo. Un grande abbraccio affettuoso a tutta la sua numerosa famiglia che sino all’ultimo l’ha accudita con amore e rispetto.
Ciao Tzia Gennesia, fai buon viaggio…

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (6)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 08/12/2010 @ 10:06:20, in News, linkato 916 volte)

Mostra-Concorso

“PRESEPI E ADDOBBI A GONNOSTRAMATZA”

Cari lettori, Vi informiamo che il Comune di Gonnostramatza (Assessorato ai Servizi Sociali), al fine di contribuire alla tradizione del presepio e promuovere l'abbellimento del paese e dei suoi rioni, in occasione del Santo Natale 2010 ha indetto la Mostra-Concorso “PRESEPI E ADDOBBI A GONNOSTRAMATZA”. L'iniziativa rivolta a tutti (privati cittadini, famiglie, gruppi, Associazioni, Operatori economici, rioni, ecc.), prevede la realizzazione di qualsiasi tipologia di presepe e/o addobbo senza limitazione alcuna; è impiegabile ogni specie di materiale, tecnica costruttiva e stile.. quindi largo alla vostra fantasia!! Le premiazioni dei primi 3 Presepi e dei primi 3 addobbi, si svolgerà il 6 Gennaio 2011 all’interno delle manifestazioni pomeridiane in programma.

Coloro che intendono partecipare, dovranno presentare la propria domanda, obbligatoriamente entro e non oltre Venerdì 17 DICEMBRE 2010. Per Maggiori informazioni, potete consultare il bando e richiedere l’apposito modulo di iscrizione presso il Comune oppure sul Sito Web Istituzionale.

Link: www.comune.gonnostramatza.or.it . (Sezione News)

Mi raccomando... partecipate numerosi..... !!!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Dottor Sagamentu (del 03/12/2010 @ 10:27:03, in Curiosità Tramatzesi, linkato 1063 volte)

Curiosità tramatzesi…

Care amiche e cari amici, volevo condividere con voi una divertente “curiosità tramatzese”. Nei giorni scorsi, a casa di mia madre, mentre aggiustavo una vecchia e ormai instabile libreria, mi è cascato sulla testa, un piccolo libro, ringraziando il cielo, “Guida dell’Oristanese - turistica – economica – sociale” curata da Piero Fresco e edita da Editrice Sarda Fossataro. Incuriosito ho iniziato a sfogliarne le polverose e ingiallite pagine, soffermandomi, con non poca emozione, alla dedica che noi figli avevamo fatto a nostro padre Salvatore Medda  per il suo quarantesimo compleanno.
Mio padre aveva apprezzato assai l’interessante pubblicazione sarda, finita di stampare nel lontano novembre del 1973, perché trattava in maniera semplice e interessante tutti i 76 comuni compresi nella circoscrizione dell’Oristanese, e lui nonostante vivesse da quasi quindici anni a Cagliari, aveva sempre nel cuore e nella testa l’Oristanese e in particolare Gonnostramatza, il suo amato paese natale, che ho trovato quasi subito a pagina 134, tra Gonnosnò e Marrubiu.
Ho letto incuriosito dei suoi 1010 abitanti, dell’inesistente ricettività alberghiera, del sindaco di allora Albino Musa, fino ad accorgermi che la piccola e datata fotografia, che avrebbe dovuto rappresentare lo scorcio panoramico del piccolo paese era erroneamente quella del vicino Comune di Gonnoscodina!!.


Ho sorriso divertito per la sbadataggine dell’autore, e ho pensato subito tra me e me:
< Su Bottigliaru viara troppu pitticheddu po fai fotografiasa…>>

Dottor Sagamentu

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Dottor Sagamentu (del 23/11/2010 @ 08:33:18, in Santi Tramatzesi, linkato 1596 volte)

I Santi Tramatzesi(Sant'Antonio Abate)

Forse non tutti sanno… che a Gonnostramatza vengono venerati diversi santi: Sant’Antonio Abate, San Giuseppe, San Paolo, San Michele Arcangelo e Santa Teresina.

Il 17 di Gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate.
Il Santo Abate segna nel calendario popolare il principio del carnevale.
Al mattino della festa ogni proprietario mena il suo bestiame davanti alla chiesa del Taumaturgo per essere benedetto. Alla sera si accendono numerosi falò per le strade.
Tradizionalmente egli è raffigurato come un vecchio dalla lunga barba, vivente in una capanna assieme al porcello, mentre il demonio lo tormenta e qualche volta lo fa montare in bizza.

 


"Questo Santo, entrando un giorno per caso in chiesa, mentre un sacerdote durante un sermone riferiva le parole di Gesù: < Se vuoi essere perfetto, vai, vendi quanto hai e dallo ai poveri, vieni seguimi e avrai un tesoro nel cielo >, rimase talmente colpito che per Gesù vendette ogni cosa, lasciando solo il necessario per sé e la sorella.
Ma tempo dopo, sentendo l’altra esortazione evangelica del non preoccuparsi per il domani, vendette tutto. Questo è quanto sappiamo di Antonio fino all’età di 18 anni.
Nel fiore dei vent’anni, dopo aver sistemato l’unica sorella in una di quelle sante Comunità cristiane, abbandonata Coma (l’odierna Qumans), sua città natale, si ritirò in un deserto, dove ebbe a soffrire da parte del demonio i più terribili assalti che superò con la preghiera e la penitenza. La fama della sua santità trasse ben presto nella Tebaide ( regione dell’antico Egitto) una moltitudine di persone, tutte avide di conoscerlo e di imitarlo. Il pio solitario allora, per non essere disturbata la sua quiete, si rifugiò in un antico sepolcro. Abitò in quella caverna per ben 20 anni, solo visitata da un amico che due volte all’anno gli portava una provvista di pane.
Ma il demonio continuava a non dargli tregua e lo costrinse a cercar pace ancora nel deserto. Attraversò il braccio orientale del Nilo e si ritirò sulla cima di una montagna, dove si rinchiuse fra le rovine di un vecchio edificio e vi visse quasi 60 anni in una totale separazione dal mondo. Il nutrimento giornaliero di Antonio era di sei once (circa 170 grammi) di pane rammollito nell’acqua e cosparso di poco sale. Restava tre o quattro giorni senza nutrirsi; un cilizio (una veste intessuta di peli di capra ruvida e scomoda) gli serviva da tunica, una stuoia di giunchi era il suo letto e una pietra il suo capezzale. Nonostante questo tenore di vita divenne il fondatore del monachesimo orientale. Molti, attratti dall’odore delle sue virtù, lo seguirono nel deserto per imitarlo. Risplendè su tutti gli anacoreti (i religiosi che abbandonano la società per condurre una vita solitaria dedicandosi all'ascesi, alla preghiera e alla contemplazione) per lo spirito di penitenza e per il dono dei miracoli. Lasciò temporaneamente l’eremo per accorrere in aiuto dei fratelli cristiani sottoposti da Massimino Dacia alle torture, e predicò contro gli ariani (per Ario Gesù era solo un uomo, non identificabile con Dio stesso) confutandoli splendidamente. Egli è leggendario per le penitenze e le tentazioni che superò. E’ patrono degli animali. Morì a 105 anni il 17 gennaio del 326. Intorno a questo Santo son fiorite molte leggende."

(Liberamente tratto da “Santi venerati in Sardegna” di Padre Gabriele Piras)
Dottor Sagamentu

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di MisterBlog (del 16/11/2010 @ 08:12:21, in Sondaggi, linkato 2056 volte)

SONDAGGIO: Qual è il tuo “bar tramatzese” preferito?

Martedi 16 Novembre 2010: Cari lettori, Vi segnaliamo che il vincitore del sondaggio "Qual è il tuo “bar tramatzese” preferito?" con 87 voti su un totale di 191, è il Bar dello Sport di Eugenio Piras (noto Barbera) .

La classifica:

- Bar dello Sport di Eugenio Piras (noto Barbera) (87 voti)
- Bar Emilia di Emila Piras  (67 voti)
- Bar "Black & White" di Salvatore Abis (noto Castangia) (20 voti)
- Bar Circolo San Michele dei Fratelli Pani (17 voti)

Totale voti
191

Vedi la pagina dei risultati...

L'Articolo del 01 Ottobre 2010

Cari lettori, terminato il Sondaggio relativo alla Stagione Tramatzese preferita, vinta con oltre 50 voti dall' Autunno, oggi Vi proponiamo di votare per sapere quale  è il Vostro bar tramatzese preferito.  Come sempre potrete esprimere la vostra scelta attraverso  l'apposito  modulo situato nella parte sinistra della pagina del blog.

tramatzesu

Il “bar” da noi in Italia è un locale che in comune con il “bar americano” ha solo il nome. Non è, infatti, un luogo con luci soffuse, frequentato soprattutto la sera e la notte, dove vengono consumati prevalentemente alcolici e superalcolici.
I bar italiani sono luoghi aperti sulle strade e le piazze di ogni città o paese, sono numerosissimi e sono frequentati durante tutto il giorno. Anche se principalmente il bar è il luogo dove noi italiani facciamo colazione, nei piccoli centri esso funziona ancora come luogo di incontro.

Nei piccoli paesi della Sardegna, al bar si gioca ancora a pinella, si sfoglia l’Unione Sarda o La Nuova Sardegna mentre si beve il caffè, si fanno quattro chiacchiere con gli amici e si parla di donne, di politica, di affari ma soprattutto di sport e di calcio sorseggiando uno o più scioppini e sgranocchiando golosamente salatini e patatine.

Si tratta dei vecchi e nostalgici “Bar dello Sport” che resistono ancora al tempo e alle mode, che non erano solo luoghi di consumo, ma teatri di racconti e ironia. Tra rutti possenti e scatarrate introflesse ci si infogava tifando Casteddu e urlando di gioia ai mitici goal di Giggirrivva. Tra il rullare del biliardino e il cozzare delle palle da biliardo si decidevano le sorti politiche di un paese con annessa la scelta de su Sindigu. 


Tra lo sbattere ritmato delle carte da gioco sul tavolo e l’assordante musica smielata del juke-box nascevano murighi che poi sfociavano in matrimoni eterni. Ora tutto il rumore viene da un grande schermo televisivo al centro, che spara videoclip e eventi sportivi a tutto volume. Oramai questi locali credo siano una razza in via di estizione, ne sopravvivono alcuni nelle periferie delle città e soprattutto nei piccoli paesi come Gonnostramatza.

Da noi in bidda attualmente ci sono 4 bar:

1- Bar dello Sport di Eugenio Piras (noto Barbera)
2- Bar Emilia di Emila Piras
3- Bar "Black & White" di Salvatore Abis (noto Castangia)
4- Bar Circolo San Michele dei Fratelli Pani


Da tutto ciò nasce una nostra curiosità, quella di sapere quale tra questi bar tramatzesi è il tuo “bar preferito”, quello dove la sera ti piace rivedere gli amici, guardare insieme una partita di calcio, ridere e scherzare davanti ad una fresca bibita rilassandoti dopo una dura e faticosa giornata di lavoro.

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (30)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di SuGiornalista (del 13/11/2010 @ 15:16:10, in Eventi, linkato 1799 volte)

In occasione della giornata di giovedì 11 Novembre, nella quale le Associazioni che operano all’interno del nostro Comune sono state invitate a presenziare alla seduta del Consiglio Comunale presso l’ Aula Consiliare Cap. Renzo Atzei, si è tenuta la visita del Prefetto Dott. Giovanni Russo.

Un ampio discorso iniziale da parte del nostro Sindaco Alessio Mandis, ha permesso, ad un interessato ed attento Prefetto, di conoscere quale sia la nostra realtà di paese della Marmilla. Sono state illustrate, oltre che le qualità e le caratteristiche che contraddistinguono il nostro territorio in termini di Aziende, Associazioni e Risorse umane anche le diverse problematiche che si debbono affrontare nella vita quotidiana della nostra comunità. Su queste ultime, il discorso ha toccato punti di carattere sociale quali ad esempio il fenomeno sempre più crescente dello spopolamento con conseguenti ed inevitabili tagli sui servizi (scuola, banca, caserma dei Carabinieri..), per poi passare nello specifico a quelli relativi al territorio Tramatzese.

Coadiuvati da materiale fotografico, sono state proiettate alcune immagini che testimoniano lo stato in cui versa il letto del fiume Rio Mannu nel quale una fitta vegetazione formatasi nel corso degli anni minaccia seriamente il naturale deflusso dell’acqua con conseguente e motivato allarme per la sicurezza del nostro paese soprattutto in questo periodo di abbondanti pioggie.

Altro argomento è stato quello relativo alla ormai “famosa” bretella che collega il nostro paese alla Statale 131 della quale ci siamo anche noi occupati in un articolo di più di un anno fà (Articolo). Ad oggi infatti, dopo le promesse e parte dei soldi stanziati per un primo studio e messa in sicurezza della strada, non si è ancora fatto nulla. Una opera importante per la crescita e lo sviluppo non solo del nostro paese ma di tutto il territorio della Marmilla.

A termine dell’intervento del Sindaco Alessio Mandis, il Prefetto Dott. Giovanni Russo, ha espresso nell’ambito delle proprie competenze, il suo personale impegno su tali questioni. Ha inoltre presentato, attraverso un discorso generale quali sono le caratteristiche e le peculiarità che contraddistinguono oggi la nostra Provincia, sottolineando l’importanza degli incontri con le varie amministrazioni locali per conoscere in prima persona la realtà del territorio.

Da segnalare inoltre gli interventi di Michele Abis (Avis), Spiga Cristian Nicola (rappresentante del Consiglio di minoranza), Gianna Cauli (Coop. Serzela), Christian Sebis (SuTramatzesu) e l’importante presenza di Remigio Abis presidente dell’Associazione dei Reduci e dei Combattenti. L’incontro con il Prefetto Dott. Giovanni Russo, è terminato con la visita al Museo Turcus e Morus e alla Chiesa di San Michele Arc. nella quale ha potuto ammirare il retablo realizzato nel 1501 da Lorenzo Cavaro.

_NEW_ 23 Novembre 2010

 Il Video e le immagini della situazione del Fiume Riu Mannu


I Video (ilbottigliaro)

Video 1 di 3

Video 2 di 3

Video 3 di 3

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (5)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di PunteraFifì (del 09/11/2010 @ 08:39:25, in GonnosSport2010, linkato 2684 volte)

Benvenuto nella Sezione del blog dedicato al Campionato del Gonnos Sport 2010 Terza Categoria. Tramite questo articolo, Vi terrò informati sui risultati e quando sarà possibile documenterò con immagini e riassunti scritti, le partite che i nostri ragazzi disputeranno nell'arco della Stagione Calcistica 2010/2011.

A breve inseriremo le foto dei calciatori...

La Terza di Campionato:

APD GONNOS SPORT 2010 - COLONIA JULIA : 1 - 1

Commento:

Partita equilibrata giocata da tutte e due le squadre nella prima frazione, nella quale però c'è da segnalare intorno al 30' la traversa colta con un tiro dai 30 metri da Roberto Piras..... Nel secondo tempo, i nostri ragazzi scendono in campo più convinti e le occasioni aumentano.. un tiro di Fanari sfiora l'incrocio dei pali...al 25' circa Garau scende sulla fascia e mette un bel pallone al centro, sul primo tiro di Silanus c'è la risposta della difesa ma sulla ribattuta di Fabrizio Pinna la difesa del colonia non può nulla...la palla si insacca sotto l'incrocio dei pali... Il GonnosSport controlla ma al 92 l'arbitro si inventa un rigore per un fallo che vede solo lui di Mirko Concu su un giocatore avversario... Lampis è battuto. Dopo la sconfitta di Santa Giusta ( 5 a 0) la squadra con questa prestazione ha dimostrato che quella era solo una giornata storta, con il ritorno di Capitan Ghiani in difesa e con gli innesti dei giovani Roberto Piras e Andrea Sitzia in difesa ora le speranze sono sicuramente più rosee...

Puntera Fifì

Gonnos Sport 2010 - Santa Giusta (ilbottigliaro)


 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (27)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27

 

 


< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Articoli Scritti _ SuTramatzesu

Titolo
Album ricordi (2)
Associazioni (4)
Blog (33)
Cinema (4)
Cronaca (4)
Cucina (12)
Curiosità Tramatzesi (2)
Eventi (76)
Feste paesane (19)
Feste Religiose (6)
GonnosSport2010 (8)
Istantanee_Tramatzesi (11)
La tua storia (2)
Laboratorio Tramatzese (2)
Libri (9)
Musica Tramatzese (1)
News (31)
Opere (1)
Personaggi (4)
Racconti (4)
Santi Tramatzesi (1)
Sondaggi (6)
Sondaggio (1)
Sport (5)
Stagioni_Tramatzesi (1)
Storia (1)
SuBixinau (5)
SuTramatzesuèqui (2)
Teatro (5)
Tradizioni Tramatzesi (1)
Tramatzesi (1)
Tramatzesi around the World (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
In termini di Basket...
27/04/2014 @ 13:44:53
Di Gonnos Sport 2010
A pabillonis il risu...
14/04/2014 @ 15:14:12
Di Gonnos Sport 2010
Seconda partita di f...
13/04/2014 @ 12:24:08
Di Gonnos Sport 2010
Partita difficile pe...
07/04/2014 @ 12:49:17
Di Gonnos Sport 2010
Oggi alle ore 16, il...
05/04/2014 @ 11:49:26
Di Gonnos Sport 2010
CLASSIFICA:Gergei 58...
31/03/2014 @ 12:06:26
Di Gonnos Sport 2010





28/05/2022 @ 13:42:41
script eseguito in 161 ms



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. I contenuti di questo blog rappresentano l'opinione personale dell'autore. I commenti sono di proprietà e sotto la responsabilità dei rispettivi autori e non rappresentano il punto di vista dell’autore. Le immagini presenti in questo blog, tranne dove diversamente specificato, sono tratte da internet, sono perciò intese di pubblico dominio. Le immagini che eventualmente risultassero ledere altrui diritti verranno prontamente rimosse a seguito di una segnalazione all'autore.